Note legali

AVVISO LEGALE

I seguenti termini e condizioni (di seguito, le "Condizioni Generali") regolano l'accesso e l'utilizzo da parte dell'utente dell'indirizzo URL www.soloresidenceinsardegna.it (di seguito, il "Sito Internet") e dei servizi ivi offerti (di seguito, i "Servizi").

DESCRIZIONE DEL SERVIZIO

LIBERIS SRL è una società di diritto italiano a responsabilità limitata, regolarmente costituita, con sede legale in Via Antica, 11 San Benedetto Val di Sambro (Bo) 48048 con Partita Iva 03915341204 REA 555771 - autorizzazione amministrativa 31798 rilasciata dalla Città metropolitana di Bologna che opera con il marchio SOLORESIDENCEINSARDEGNA di proprietà della società Amacol srl.

L'utente è persona fisica, che dichiara di essere maggiorenne e, pertanto, di avere la capacità giuridica per acquistare i servizi offerti tramite il Sito Internet e utilizzare quest'ultimo in conformità con le Condizioni Generali (di seguito, l' "Utente").

L'Utente dichiara, altresì, che tutte le informazioni da lui fornite nella fase di registrazione al Sito Internet e durante il suo utilizzo sono vere, complete, accurate e aggiornate, assumendosi ogni responsabilità in caso contrario.

A tali fini, l'Utente si impegna a comunicare tempestivamente a SOLORESIDENCEINSARDEGNA ogni modifica dei propri dati di registrazione.

Tramite il Sito Internet, SOLORESIDENCEINSARDEGNA fornisce all'Utente contenuti, prodotti e servizi in nome e per conto di operatori turistici o hotel/villaggi di riconosciuto prestigio, Pertanto, SOLORESIDENCEINSARDEGNA si limita a veicolare i servizi attraverso il Sito Internet.

A tal proposito si specifica che in conformità con l'art. 34 dell'Allegato I del Decreto Legislativo del 23 maggio 2011, n. 79 (di seguito, "Codice del Turismo") per pacchetti turistici si intendono quei servizi che hanno ad oggetto i viaggi, le vacanze, i circuiti tutto compreso, le crociere turistiche, risultanti dalla combinazione, da chiunque ed in qualunque modo realizzata, di almeno due degli elementi di seguito indicati, venduti od offerti in vendita ad un prezzo forfetario: a) trasporto; b) alloggio; c) servizi turistici non accessori al trasporto o all'alloggio di cui all'articolo 36, che costituiscano, per la soddisfazione delle esigenze ricreative del turista, parte significativa del pacchetto turistico" (di seguito, i "Pacchetti Turistici" o, più semplicemente, "Pacchetti")".

Ne consegue che ogni servizio offerto singolarmente - quale, a mero titolo esemplificativo, quello di volo, hotel, autonoleggio, treni, crociere, etc. (di seguito, i "Servizi di Viaggio") - non rientra nella definizione di Pacchetti Turistici né è soggetto alla relativa disciplina. L'offerta dei Servizi di Viaggio nel Sito Internet è, infatti, strutturata in modo che sia l'Utente a combinare, a seconda delle sue specifiche necessità, le destinazioni, le date ed i singoli servizi (scegliendo il prezzo del volo, la categoria dell'hotel etc.). Il prezzo di più Servizi di Viaggio tra loro combinati dall'Utente non sarà, dunque, forfettario ma basato sulle somme delle singole voci selezionate.

Ne consegue che, in relazione all'acquisto dei Pacchetti, SOLORESIDENCEINSARDEGNA opera quale Intermediario, ai sensi dell'art 33 del Codice del Turismo (ovvero "il soggetto che, anche non professionalmente e senza scopo di lucro, vende, o si obbliga a procurare a terzi pacchetti turistici realizzati ai sensi dell'articolo 34 verso un corrispettivo forfetario o singoli servizi turistici disaggregati").

Mentre, in relazione ai Servizi di Viaggio, SOLORESIDENCEINSARDEGNA opera quale Professionista ai sensi dell'art 3 del Decreto Legislativo del 6 settembre 2005 n. 30 (di seguito il "Codice del Consumo").

L'Utente è, dunque, pienamente informato del fatto che la contrattazione dei servizi è soggetta alle disposizioni del Codice del Consumo e del Codice del Turismo oltre che alle condizioni specifiche concordate tra l'Utente e il fornitore che organizza il pacchetto viaggi. In tali casi SOLORESIDENCEINSARDEGNA è l'agenzia viaggi al dettaglio.

UTILIZZO DEL SITO INTERNET

Il Sito Internet è solo ed esclusivamente per uso personale dell'Utente e non può essere utilizzato per scopi illeciti. In particolare, l'Utente non può rivendere a terzi i prodotti o i servizi acquistati attraverso il Sito Internet.

L'utilizzo del Sito Internet da parte dell'Utente comporta l'accettazione, espressa, piena e senza riserve, delle presenti Condizioni Generali, in particolare quelle stabilite in merito alla limitazione di responsabilità di SOLORESIDENCEINSARDEGNA e dei fornitori di servizi turistici o di viaggio.

Prima di ogni utilizzo del Sito Internet, l'Utente ha, dunque, l'obbligo di leggere attentamente le Condizioni Generali in ciascuna delle occasioni in cui intenda utilizzare il Sito Internet, dato che le stesse possono essere state modificate dal suo ultimo accesso.

CONCLUSIONE DEL CONTRATTO

Ogni qual volta trasmetterà a SOLORESIDENCEINSARDEGNA una richiesta di acquisto di un Servizio, l'Utente riceverà da parte di SOLORESIDENCEINSARDEGNA stessa una mail con cui sarà data conferma dell'avvenuta ricezione della richiesta. Resta inteso che né tale richiesta né la successiva email di conferma definiscono l'acquisto del Servizio scelto.

Una volta ricevuta la richiesta di acquisto, l'Agenzia ne verificherà la regolarità.

Solo nel caso in cui tale verifica dia esito positivo e sempre che vi sia disponibilità di posti, SOLORESIDENCEINSARDEGNA invierà all'Utente una comunicazione di conferma e accettazione della richiesta di acquisto. L'acquisto di qualsiasi Servizio si completerà solo nel momento in cui SOLORESIDENCEINSARDEGNA effettuerà validamente l'addebito sulla carta di credito o carta di debito indicata dall'Utente oppure riceva, mediante bonifico, l'importo relativo all'acquisto. Resta inteso che, fino a quel momento, la prenotazione potrà essere cancellata o rifiutata da parte di SOLORESIDENCEINSARDEGNA qualora risultasse che l'Utente non soddisfa i requisiti richiesti per accedere al servizio.

SOLORESIDENCEINSARDEGNA declina, sin d'ora, ogni responsabilità per l'eventuale abusiva o indebita utilizzazione della carta di credito dell'Utente e/o per ogni conseguenza dannosa che possa derivare all'Utente stesso per le operazioni effettuate tramite carta di credito, estranee alla propria sfera di controllo.

Nel caso in cui eventuali supplementi, indicati nella descrizione del prodotto sul Sito Internet, non trovino riscontro nella suddivisione del prezzo totale al momento della finalizzazione della richiesta di prenotazione, tali supplementi verranno comunque addebitati all'Utente durante il perfezionamento della prenotazione (bagaglio, assicurazioni etc.)

Le richieste di prenotazione effettuate sul Sito Internet sono impegnative: in caso di disponibilità del prodotto prenotato il cliente è tenuto ad acquistare il prodotto. L'eventuale richiesta di cancellazione o il mancato pagamento del corrispettivo nei termini stabiliti comporterà una penale commisurata al tipo di prodotto richiesto e variabile in base alla politica di cancellazione applicata dal fornitore dei servizi richiesti (in proposito si invita l'Utente a consultare le condizioni specifiche riportate alle Condizioni Generali reperibili in calce alla home page del sito www. SOLORESIDENCEINSARDEGNA.it).

In caso di sia effettuata un'unica prenotazione per più soggetti, l'Utente che effettua la prenotazione garantisce di avere la necessaria autorizzazione nonché il rispetto di tutti gli obblighi contrattuali anche da parte degli altri soggetti indicati nella prenotazione.

In conformità con il Dlgs 196/2003, SOLORESIDENCEINSARDEGNA informa l'Utente che i Dati saranno trattati confidenzialmente e archiviati in server che adempiono i requisiti stabiliti dalla legislazione italiana in materia, come meglio chiarito nell'art. 12 ("DATI PERSONALI - INFORMATIVA SULLA PRIVACY").

Si precisa sin d'ora che il conferimento dei Dati per tali finalità è obbligatorio e l'eventuale rifiuto comporterà l'impossibilità ad instaurare rapporti contrattuali.

L'Utente autorizza SOLORESIDENCEINSARDEGNA a utilizzare i Dati per la presentazione e amministrazione dei servizi e delle comunicazioni attraverso diversi canali: e-mail, telefono o sistemi cellulari nelle loro diverse opzioni.

DIRITTI RISERVATI / DIVIETO DI CESSIONE O SFRUTTAMENTO

Il Sito Internet e ogni suo contenuto (quale, a titolo meramente esemplificativo, i testi, le immagini, le marche, i grafici, i logotipi, i pulsanti, i file di software, le combinazioni di colori, così come la struttura, la selezione, l'ordine e la presentazione dei contenuti), sono di esclusiva titolarità di SOLORESIDENCEINSARDEGNA e ne è vietata la distribuzione, la comunicazione pubblica e la trasformazione.

È altresì vietata la riproduzione, ritrasmissione, copia, cessione o radiodiffusione, totale o parziale, delle informazioni ivi contenute, qualunque ne fosse la finalità ed il mezzo utilizzato.

L'Utente si impegna a utilizzare il Sito Internet solo ed esclusivamente per uso privato e personale. Egli non potrà copiare, riprodurre, trasmettere o distribuire in qualunque maniera il contenuto del Sito Internet o dei servizi che si possono ottenere attraverso lo stesso, senza la preventiva autorizzazione scritta di SOLORESIDENCEINSARDEGNA.

L'Utente non potrà creare Collegamenti al Sito Internet senza l'autorizzazione di SOLORESIDENCEINSARDEGNA.

RESPONSABILITÀ DELL'UTENTE

E' responsabilità dell'Utente essere in possesso di un documento d'identità valido (carta identità o passaporto oltre all'eventuale visto, laddove richiesto) così come aver espletato ogni formalità richiesta per il viaggio (quale, ad esempio, la vaccinazione o diverso certificato medico), sia esso relativo ad un Pacchetto Turistico, sia a singoli Servizi di Viaggio.

In proposito si ricorda che le necessarie informazioni sono disponibili sulla pagina web del Ministero degli Affari Esteri (https://www.viaggiaresicuri.it/) nonché presso le competenti Autorità dei Paesi di destinazione. È obbligo dell'Utente informarsi presso queste ultime in merito ad eventuali procedure particolari relative al viaggio.

SOLORESIDENCEINSARDEGNA, all'interno del Sito Internet, può indicare e richiedere informazioni/condizioni specifiche aggiuntive.

ESONERO E LIMITI DI RESPONSABILITÀ

Il Sito Internet è fornito da SOLORESIDENCEINSARDEGNA "così com'è"; pertanto SOLORESIDENCEINSARDEGNA non è responsabile, direttamente o indirettamente, per: qualità del servizio, velocità di accesso, corretto funzionamento, disponibilità, qualità o continuità di funzionamento del portale; informazioni introdotte da Utenti, collaboratori e terze persone. danni che possano verificarsi nelle apparecchiature dell'Utente per l'utilizzo del portale.

Veridicità, esattezza o aggiornamento delle informazioni su offerte, prodotti o servizi, prezzi, rotte, distanze, caratteristiche e qualunque altro dato e informazione rilevante sui prodotti e servizi offerti, tramite il Sito Internet, dai fornitori di prodotti o servizi o dagli organizzatori dei pacchetti di viaggio.

Violazione della legge, del buon costume o dell'ordine pubblico a seguito della trasmissione, diffusione, comunicazione, messa a disposizione, ricezione, ottenimento o accesso ai contenuti.

Violazione dei diritti di proprietà intellettuale e industriale, dei diritti all'onore, all'intimità personale e familiare e all'immagine delle persone (fotografie), dei diritti di proprietà e di altra natura appartenenti a terzi a seguito della trasmissione, diffusione, pubblicazione, ricezione, acquisizione o accesso ai contenuti.

Vizi e difetti, di qualsiasi tipo, dell'informazione trasmessa, diffusa, pubblicata o messa a disposizione.

SOLORESIDENCEINSARDEGNA è esonerata, per quanto compatibile con quanto disposto dal Codice del Turismo, da responsabilità ad essa non imputabili derivanti dal mancato o parziale adempimento degli obblighi assunti dai fornitori di prodotti o servizi e dagli organizzatori dei Pacchetti di Viaggio in conformità con la normativa vigente e con i termini e le condizioni di vendita previsti per ciascun servizio o Pacchetto di Viaggio contratto attraverso il Sito Internet.

SOLORESIDENCEINSARDEGNA non è responsabile dei danni derivanti da cancellazioni o modifiche ai Servizi dovuti da cause di forza maggiore o circostanze imprevedibili (come, a titolo meramente esemplificativo, scioperi, incendi, calamità naturali, guerre e attacchi terroristici).

LINK

Nel Sito Internet sono presenti collegamenti ad altri siti web su cui SOLORESIDENCEINSARDEGNA non ha nessun controllo e di cui non è responsabile. Tali collegamenti sono effettuati al solo fine di favorire l'Utente nella ricerca di informazioni e risorse e la loro pubblicazione non implica alcun controllo, valutazione o approvazione in merito al contenuto e alle informazioni degli stessi da parte di SOLORESIDENCEINSARDEGNA.

Pertanto, SOLORESIDENCEINSARDEGNA non assume alcuna responsabilità in merito ad affidabilità, veridicità, accuratezza e aggiornamento dei contenuti e informazioni presenti in questi siti. L'Utente riconosce che l'uso che farà di tali siti rientra esclusivamente sotto il proprio esclusivo dominio e sotto la propria esclusiva responsabilità.

MODIFICA CONDIZIONI CONTRATTUALI

SOLORESIDENCEINSARDEGNA si riserva il diritto di modificare o aggiornare le Condizioni Generali. Tali modifiche/ aggiornamenti saranno comunicati agli Utenti almeno 15 giorni prima della loro entrata in vigore. A insindacabile discrezione della SOLORESIDENCEINSARDEGNA, l'avviso sarà effettuato o mediante una finestra pop-up che si aprirà all'entrata nella pagina, oppure mediante una comunicazione diretta all'Utente. L'uso continuato del Sito dopo l'entrata in vigore di dette modifiche/aggiornamenti ne costituisce accettazione.

DATI PERSONALI - INFORMATIVA SULLA PRIVACY

I dati personali saranno trattati in totale accordo con la normativa vigente in materia di privacy. Ti rimandiamo a questo link per il dettaglio sulla privacy.

INOLTRE SOLORESIDENCEINSARDEGNA SI IMPEGNA a:

non cedere i Dati a nessuna azienda esterna a SOLORESIDENCEINSARDEGNA; non inviare catene di messaggi elettronici indesiderati; includere la parola "pubblicità" negli invii all'Utente; permettere all'Utente di cancellare o modificare i Dati

I dati sono raccolti presso l'interessato o presso terzi, per via diretta, telefonica, telematica o cartacea. In relazione alle finalità indicate, il trattamento dei dati avviene mediante strumenti manuali, informatici e telematici con logiche strettamente correlate alle finalità stesse e comunque in modo tale da garantire la sicurezza e la riservatezza dei dati stessi.

IL TITOLARE DEI DATI E' AMACOL SRL

Il Responsabile del Trattamento Informazioni è AMACOLE S.R.L., Via Romea, 605 - 47522 Cesena FC P.I. IT04366530402. In conformità con il D.Lgs 196/2003 l'Utente ha diritto di ottenere la conferma del trattamento dei propri Dati, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile. Inoltre, l'Utente gode e può esercitare, in qualsiasi momento, i propri diritti di accesso, rettifica, cancellazione e opposizione tramite comunicazione scritta - con raccomandata con ricevuta di ritorno - all'indirizzo citato in precedenza.

LEGGE APPLICABILE

Le presenti Condizioni Generali sono soggette alla legislazione italiana. Sarà competente, per qualunque controversia che derivi dalla loro applicazione, il Foro di Cesena, con rinuncia espressa delle parti a qualunque altro foro che possa corrispondergli.

"Comunicazione obbligatoria ai sensi dell'articolo 16 della legge 269/98 - La legge italiana punisce con la pena della reclusione i reati inerenti alla prostituzione e alla pornografia minorile, anche se gli stessi sono commessi all'estero".

I prodotti prenotati e acquistati sul sito SOLORESIDENCEINSARDEGNA.IT non potranno essere cambiati o rimborsati, fatta salva l'applicazione della legge sul diritto di recesso del consumatore (D.Lgs 206/2005) quando applicabile, e la specifica politica di cancellazione e/o modificazione applicata ai seguenti prodotti:

Cancellazioni e/o modifiche vacanze o crociere

In caso un cliente decidesse di cancellare e/o modificare la prenotazione di un prodotto vacanze, SOLORESIDENCEINSARDEGNA verificherà per ciascun fornitore le condizioni e le penali di cancellazione e/o modificazione della prenotazione (date, destinazioni) applicate dallo stesso. SOLORESIDENCEINSARDEGNA inoltre applicherà un costo di gestione della pratica pari al 5% del totale per la cancellazione e/o modificazione che si sommerà alle penali eventualmente applicate dai fornitori del prodotto.

L'eventuale cancellazione comporterà il pagamento di 20€ a SOLORESIDENCEINSARDEGNA per la gestione della pratica di cancellazione. La modificazione comporterà il pagamento di una penale (30€ per voli nazionali, 40€ per voli internazionali, 60€ per voli intercontinentali) a SOLORESIDENCEINSARDEGNA per la gestione della pratica di modifica. Provvederemo quindi a richiedere il rimborso alla compagnia aerea. Tutte le tariffe sono soggette o a penali di cancellazione o, in alcuni casi, non sono rimborsabili. Causa procedure amministrative con le compagnie aeree, il tempo richiesto per il rimborso può arrivare anche a tre mesi.

CAMBIO NOME

I biglietti sono documenti nominali e non trasferibili a terzi; il cambio nome non è consentito.

Le richieste di prenotazione finalizzate sulla pagina di SOLORESIDENCEINSARDEGNA sono impegnative: in caso di disponibilità del prodotto prenotato l'UTENTE è tenuto ad acquistare il prodotto. L'eventuale richiesta di cancellazione comporterà una penale commisurata al tipo di prodotto richiesto, e variabile in base alla politica di cancellazione applicata dal fornitore dello stesso.

Nel caso in cui eventuali supplementi, indicati nella descrizione del prodotto sul sito, non trovino riscontro nella suddivisione del prezzo totale al momento della finalizzazione della richiesta di prenotazione, tali supplementi verranno comunque addebitati al cliente durante il consolidamento della prenotazione da parte del Booking.

Salvo accordi specifici intercorsi con gli interessati SOLORESIDENCEINSARDEGNA, quando prevista, effettua spedizione dei documenti relativi a prodotti o servizi acquistati sulla pagina web esclusivamente sul territorio italiano. Le spese relative a consegne internazionali potrebbero essere soggette a costi addizionali.



Condizioni Generali di Contratto di vendita pacchetti turistici

CONTENUTO DEL CONTRATTO DI VENDITA DEL PACCHETTO TURISTICO, CONDIZIONI GENERALI.

Costituiscono parte integrante del contratto di viaggio oltre che le condizioni generali che seguono, la descrizione del pacchetto turistico contenuta nel catalogo, ovvero nel separato programma di viaggio, nonché la conferma di prenotazione dei servizi richiesti dal viaggiatore. Essa viene inviata dal tour operator al viaggiatore o all'agenzia di viaggio, quale mandataria del viaggiatore e quest'ultimo avrà diritto di riceverla dalla medesima.

Nel sottoscrivere la proposta di compravendita di pacchetto turistico, il viaggiatore deve tener bene a mente che essa dà per letto ed accettato, per sé e per i soggetti per i quali chiede il servizio tutto compreso, sia il contratto di viaggio per come ivi disciplinato, sia le avvertenze in essa contenute, sia le presenti condizioni generali.

1. FONTI LEGISLATIVE

La vendita di pacchetti turistici, che abbiano ad oggetto servizi da fornire in territorio sia nazionale sia internazionale, è disciplinata dal Codice del Turismo, specificamente dagli artt. 32 al 51- novies per come modificato dal decreto Legislativo 21 maggio 2018 n. 62, di recepimento ed attuazione della Direttiva UE 2015/2302 nonché dalle disposizioni del codice civile in tema di trasporto e mandato, in quanto applicabili.

2. REGIME AMMINISTRATIVO

L'organizzatore e l'intermediario del pacchetto turistico, cui il viaggiatore si rivolge, devono essere abilitati all'esecuzione delle rispettive attività in base alla legislazione vigente, anche regionale o comunale, stante la specifica competenza. L'Organizzatore e l'intermediario rendono noti ai terzi, prima della conclusione del contratto, gli estremi della polizza assicurativa per la copertura dei rischi derivanti da responsabilità civile professionale, nonché gli estremi delle altre polizze di garanzia facoltative od obbligatorie, a tutela dei viaggiatori per la copertura di eventi che possano incidere sulla effettuazione o esecuzione della vacanza, come annullamento del viaggio, o copertura di spese mediche, rientro anticipato, smarrimento o danneggiamento bagaglio, nonché gli estremi della garanzia contro i rischi di insolvenza o fallimento dell'organizzatore e dell'intermediario, ciascuno per quanto di propria competenza, ai fini della restituzione delle somme versate o del rientro del viaggiatore presso la località di partenza ove il pacchetto turistico includa il servizio di trasporto. Ai sensi dell'art. 18, comma VI, del Cod. Tur., l'uso nella ragione o denominazione sociale delle parole "agenzia di viaggio", "agenzia di turismo", "tour operator", "mediatore di viaggio" ovvero altre parole e locuzioni, anche in lingua straniera, di natura similare, è consentito esclusivamente alle imprese abilitate di cui al primo comma.

3. DEFINIZIONI

Ai fini del contratto di pacchetto turistico si intende per:

a) professionista, qualsiasi persona fisica o giuridica pubblica o privata che, nell'ambito della sua attività commerciale, industriale, artigianale o professionale nei contratti del turismo organizzato agisce, anche tramite altra persona che opera in suo nome o per suo conto, in veste di organizzatore, venditore, professionista che agevola servizi turistici collegati o di fornitore di servizi turistici, ai sensi della normativa di cui al Codice del Turismo.

b) organizzatore, un professionista che combina pacchetti e li vende o li offre in vendita direttamente o tramite o unitamente ad un altro professionista, oppure il professionista che trasmette i dati relativi al viaggiatore a un altro professionista.

c) venditore, il professionista, diverso dall'organizzatore, che vende o offre in vendita pacchetti combinati da un organizzatore.

d) viaggiatore, chiunque intende concludere un contratto, o stipula un contratto o è autorizzato a viaggiare in base a un contratto concluso, nell'ambito di applicazione della legge sui contratti del turismo organizzato.

e) stabilimento, lo stabilimento definito dall'articolo 8, lettera e), del decreto legislativo 26 marzo 2010 n. 59;

f) supporto durevole, ogni strumento che permette al viaggiatore o al professionista di conservare le informazioni che gli sono personalmente indirizzate in modo da potervi accedere in futuro per un periodo di tempo adeguato alle finalità cui esse sono destinate e che consente la riproduzione identica delle informazioni memorizzate;

g) circostanze inevitabili e straordinarie, una situazione fuori dal controllo della parte che invoca una tale situazione e le cui conseguenze non sarebbero state evitate nemmeno adottando tutte le ragionevoli misure;

h) difetto di conformità, un inadempimento dei servizi turistici inclusi in un pacchetto.

i) punto vendita, qualsiasi locale, mobile o immobile, adibito alla vendita al dettaglio o sito web di vendita al dettaglio o analogo strumento di vendita online, anche nel caso in cui siti web di vendita al dettaglio o strumenti di vendita online sono presentati ai viaggiatori come un unico strumento, compreso il servizio telefonico;

l) rientro, il ritorno del viaggiatore al luogo di partenza o ad altro luogo concordato dalle parti contraenti.

4. NOZIONE DI PACCHETTO TURISTICO

La nozione di pacchetto turistico è la seguente:

la combinazione di almeno due tipi diversi di servizi turistici, quali: l. il trasporto di passeggeri; 2. l'alloggio che non costituisce parte integrante del trasporto di passeggeri e non è destinato a fini residenziali, o per corsi di lingua di lungo periodo; 3. il noleggio di auto, di altri veicoli o motocicli e che richiedano una patente di guida di categoria A; 4. qualunque altro servizio turistico che non costituisce parte integrante di uno dei servizi turistici di cui ai numeri 1), 2) o 3), e non sia un servizio finanziario o assicurativo, ai fini dello stesso viaggio o della stessa vacanza, se si verifica almeno una delle seguenti condizioni:

l) tali servizi sono combinati da un unico professionista, anche su richiesta del viaggiatore o conformemente a una sua selezione, prima che sia concluso un contratto unico per tutti i servizi;

2) tali servizi, anche se conclusi con contratti distinti con singoli fornitori, sono:

2.1) acquistati presso un unico punto vendita e selezionati prima che il viaggiatore acconsenta al pagamento;

2.2) offerti, venduti o fatturati a un prezzo forfettario o globale;

2.3) pubblicizzati o venduti sotto la denominazione "pacchetto" o denominazione analoga;

2.4) combinati dopo la conclusione di un contratto con cui il professionista consente al viaggiatore di scegliere tra una selezione di tipi diversi di servizi turistici oppure acquistati presso professionisti distinti attraverso processi collegati di prenotazione per via telematica ove il nome del viaggiatore, gli estremi del pagamento e l'indirizzo di posta elettronica sono trasmessi dal professionista con cui è concluso il primo contratto a uno o più professionisti e il contratto con quest'ultimo o questi ultimi professionisti sia concluso al più tardi 24 ore dopo la conferma della prenotazione del primo servizio turistico.

5. CONTENUTO DEL CONTRATTO PROPOSTA D'ACQUISTO E DOCUMENTI DA FORNIRE

1. Al momento della conclusione del contratto di vendita di pacchetto turistico o, comunque, appena possibile, l'organizzatore o il venditore, fornisce al viaggiatore una copia o una conferma del contratto su un supporto durevole.

2. Il viaggiatore ha diritto a una copia cartacea qualora il contratto di vendita di pacchetto turistico sia stato stipulato alla contemporanea presenza fisica delle parti.

3. Per quanto riguarda i contratti negoziati fuori dei locali commerciali, definiti all'art. 45, comma 1, lettera h), del D. Lgs. 6 settembre 2005 n. 206, una copia o la conferma del contratto di vendita di pacchetto turistico è fornita al viaggiatore su carta o, se il viaggiatore acconsente, su un altro supporto durevole.

4. Il contratto costituisce titolo per accedere al fondo di garanzia di cui al successivo art. 21.

6. INFORMAZIONI AL VIAGGIATORE - SCHEDA TECNICA

1. Prima dell'inizio del viaggio l'organizzatore e l'intermediario comunicano al viaggiatore le seguenti informazioni:

a) orari, località di sosta intermedia e coincidenze. Nel caso in cui l'orario esatto non sia ancora stabilito, l'organizzatore e, se del caso, il venditore, informano il viaggiatore dell'orario approssimativo di partenza e ritorno;

b) informazioni sull'identità del vettore aereo operativo, ove non nota al momento della prenotazione, giusta previsione art.11 Reg. Ce 2111/05 (Art. 11, comma 2 Reg. Ce 2111/05:

"Se l'identità del vettore aereo effettivo o dei vettori aerei effettivi non è ancora nota al momento della prenotazione, il contraente del trasporto aereo fa in modo che il passeggero sia informato del nome del vettore o dei vettori aerei che opereranno in quanto vettori aerei effettivi per il volo o i voli interessati. In tal caso, il contraente del trasporto aereo farà in modo che il passeggero sia informato dell'identità del vettore o dei vettori aerei effettivi non appena la loro identità sia stata accertata ed il loro eventuale divieto operativo nell'Unione Europea".

c) ubicazione, caratteristiche principali e, ove prevista, la categoria turistica dell'alloggio ai sensi della regolamentazione del paese di destinazione;

d) i pasti forniti inclusi o meno;

e) visite, escursioni o altri servizi inclusi nel prezzo totale pattuito del pacchetto;

f) i servizi turistici prestati al viaggiatore in quanto membro di un gruppo e, in tal caso, le dimensioni approssimative del gruppo;

g) la lingua in cui sono prestati i servizi;

h) se il viaggio o la vacanza sono idonei a persone a mobilità ridotta e, su richiesta del viaggiatore, informazioni precise sull'idoneità del viaggio o della vacanza che tenga conto delle esigenze del viaggiatore. Richieste particolari sulle modalità di erogazione eo di esecuzione di taluni servizi facenti parte del pacchetto turistico, compresa la necessità di ausilio in aeroporto per persone con ridotta mobilità, la richiesta di pasti speciali a bordo o nella località di soggiorno, dovranno essere avanzate in fase di richiesta di prenotazione e risultare oggetto di specifico accordo tra il viaggiatore e l'Organizzatore, se del caso anche per il tramite dell'agenzia di viaggio mandataria.

i) il prezzo totale del pacchetto comprensivo di tasse e tutti i diritti, imposte e altri costi aggiuntivi, ivi comprese le eventuali spese amministrative e di gestione delle pratiche, oppure, ove questi non siano ragionevolmente calcolabili prima della conclusione del contratto, un'indicazione del tipo di costi aggiuntivi che il viaggiatore potrebbe dover ancora sostenere;

j) le modalità di pagamento, compreso l'eventuale importo o percentuale del prezzo da versare a titolo di acconto e il calendario per il versamento del saldo, o le garanzie finanziarie che il viaggiatore è tenuto a pagare o fornire;

k) il numero minimo di persone richiesto per il pacchetto e il termine di cui all'art. 41, comma 5, lettera a), prima dell'inizio del pacchetto per l'eventuale risoluzione del contratto in caso di mancato raggiungimento del numero;

l) le informazioni di carattere generale concernenti le condizioni in materia di passaporti e/o visti, compresi i tempi approssimativi per l'ottenimento dei visti, e le formalità sanitarie del paese di destinazione;

m) informazioni sulla facoltà per il viaggiatore di recedere dal contratto in qualunque momento prima dell'inizio del pacchetto dietro pagamento di adeguate spese di recesso, o, se previste, le spese di recesso standard richieste dall'organizzatore ai sensi dell'art. 41, comma l del D. Lgs. 79/2011 e specificate al successivo art. 10 comma 3;

n) informazioni sulla sottoscrizione facoltativa o obbligatoria di un'assicurazione che copra le spese di recesso unilaterale dal contratto da parte del viaggiatore o le spese di assistenza, compreso il rimpatrio, in caso di infortunio, malattia o decesso;

o) gli estremi della copertura di cui all'articolo 47, commi l, 2 e 3 D. Lgs. n. 79/2011.

In caso di contratti negoziati fuori dei locali commerciali, il viaggiatore ha diritto di recedere dal contratto di vendita di pacchetto turistico entro un periodo di cinque giorni dalla data della conclusione del contratto o dalla data in cui riceve le condizioni contrattuali e le informazioni preliminari se successiva, senza penali e senza fornire alcuna motivazione.

Nei casi di offerte di con tariffe sensibilmente diminuite rispetto alle offerte correnti, il diritto di recesso è escluso. In tale ultimo caso l'organizzatore documenta la variazione del prezzo evidenziando adeguatamente l'esclusione del diritto di recesso.

2. L'organizzatore predispone in catalogo o nel programma fuori catalogo - anche su supporto elettronico o per via telematica - una scheda tecnica. In essa sono contenute le informazioni tecniche relative agli obblighi di legge cui è sottoposto il Tour Operator, quali a titolo esemplificativo:

- estremi dell'autorizzazione amministrativa o S.C.I.A dell'organizzatore;

- estremi delle garanzie per i viaggiatori ex art. 47 Cod. Tur.

- estremi della polizza assicurativa di responsabilità civile;

- periodo di validità del catalogo o del programma fuori catalogo;

- parametri e criteri di adeguamento del prezzo del viaggio (Art. 39 Cod. Tur.).

EDIZIONE 2021 - SCHEDA TECNICA - ORGANIZZAZIONE TECNICA:

- Organizzazione tecnica: Liberis SRL - SOLORESIDENCEINSARDEGNA, sede legale in San Benedetto Val di Sambro (BO) - Via Antica, 11 - 40048: Partita IVA: 03915341204 - REA:555771 - Aut. Amministrativa 31798 Rilasciata dalla Provincia di Bologna

- Polizza r.c Professionale : numero 40321512001003, stipulata con compagnia di assicurazioni TUA ASSICURAZIONI, in conformità con quanto previsto dall'art. 50 del Cod.Tur.

- nome del vettore che effettuerà il/i Vostro/i volo/i nei tempi e con le modalità previste dall'art. 11 del Reg. CE 2111/2005 è indicato nel foglio di conferma; eventuali variazioni Vi verranno comunicate tempestivamente, nel rispetto del Reg. CE.2111/2005.

- Le informazioni ufficiali di carattere generale sui Paesi esteri - ivi comprese quelle relative alla situazione di sicurezza anche sanitaria ed ai documenti richiesti per l'accesso ai cittadini italiani - sono fornite dal Ministero Affari Esteri tramite il sito www.viaggiaresicuri.it ovvero la Centrale Operativa Telefonica al numero 06 491115 e sono pertanto pubblicamente consultabili. Poiché si tratta di dati suscettibili di modifiche e aggiornamenti, il turista provvederà - consultando tali fonti - a verificarne la formulazione ufficialmente espressa prima di procedere all'acquisto del pacchetto di viaggio. In assenza di tale verifica, nessuna responsabilità per la mancata partenza di uno o più turisti potrà essere imputata all'intermediario o all'organizzatore.

- Periodo di validità del catalogo multimediale da DICEMBRE 2020 a DICEMBRE 2021

Quote di iscrizione Mare Italia

Incluse di assicurazioni sanitarie e polizza annullamento viaggio e furto/smarrimento bagaglio

a) adulti Euro € 30,00

​b) bambini 0/2 anni GRATIS - bambini 2/12 anni € 20,00

Per soggiorni all'estero, le quote d'iscrizione sono indicate all'interno del preventivo finale.

QUOTE/PREZZI:

• Tutte le quote indicate sono espresse in Euro, le frazioni centesimali, se non espressamente indicate, sono pari a 00.

• Le fasce di età sono sempre da intendersi in anni non compiuti.

• Tassa di soggiorno: I Comuni italiani hanno la facoltà di applicare la Tassa di Soggiorno. Detta Tassa, se non specificata, non è prevista nelle quote riportate nelle tabelle prezzi. Se applicata dovrà eventualmente essere pagata dal cliente direttamente in hotel.

PENALITÀ DI ANNULLAMENTO IN CASO DI RECESSO DEL TURISTA:

Per pratiche di solo soggiorno, soggiorno + nave o pacchetto nave e pratiche con solo soggiorno + prenotazioni di mezzi di trasporto di linea aerea, navale o ferroviaria, esclusivamente per la parte di solo soggiorno si applicano le seguenti penali:

- annullamenti fino al 31° giorno di calendario prima della partenza 10% della quota di partecipazione;

- annullamenti dal 30° al 21° giorno di calendario prima della partenza 25% della quota di partecipazione;

- annullamenti dal 20° al 8° giorno di calendario prima della partenza 50% della quota di partecipazione;

- annullamenti dal 7° al 3° giorno di calendario prima della partenza 75% della quota di partecipazione;

- nessun rimborso dopo tale termini.

La penale applicata sui vettori prenotati è sempre del 100%.

In alcune combinazioni comprensive di soggiorno più trasporto marittimo (cosiddetti pacchetti turistici) nella quota di vendita è presente una parte imputabile al costo della nave, pertanto in caso di annullamento nel computo delle penalità verrà addebitata anche quella. Nel computo delle penalità potrebbe essere aggiunto un ulteriore addebito variabile da € 50 a € 200 in base al numero dei partecipanti al viaggio e alla data di partenza.

Si precisa che alcune strutture potrebbero prevedere penali differenti da quelle sopra riportate, maggiori informazioni saranno riscontrabili nelle informazioni in fase di preventivo e di conferma.

SPESE DI VARIAZIONE PRENOTAZIONE E/O SOSTITUZIONE DEI PARTECIPANTI:

Nel caso in cui il viaggiatore, intenda effettuare variazioni di prenotazione o cambi di nominativi dei partecipanti al viaggio, sarà soggetto oltre alle eventuali spese derivanti dalla variazione richiesta, ad un costo di variazione pratica da € 30,00 ad € 80,00. In caso di sostituzione dei partecipanti in presenza di offerte speciali o promozioni già scadute, è facoltà della struttura non riconoscere l'applicazione al nuovo partecipante.

PARAMETRI E CRITERI DI ADEGUAMENTO DEL PREZZO DEL VIAGGIO (Art. 39 Cod Tur.):

1. Dopo la conclusione del contratto di pacchetto turistico, i prezzi possono essere aumentati soltanto se il contratto lo prevede espressamente e precisa che il viaggiatore ha diritto a una riduzione del prezzo, nonché le modalità di calcolo della revisione del prezzo. In tal caso, il viaggiatore ha diritto ad una riduzione del prezzo corrispondente alla diminuzione dei costi di cui al comma 2, lettere a), b) e c), che si verifichi dopo la conclusione del contratto e prima dell'inizio del pacchetto. 2. Gli aumenti di prezzo sono possibili esclusivamente in conseguenza di modifiche riguardanti: a) il prezzo del trasporto di passeggeri in funzione del costo del carburante o di altre fonti di energia; b) il livello di tasse o diritti sui servizi turistici inclusi nel contratto imposti da terzi non direttamente coinvolti nell'esecuzione del pacchetto, comprese le tasse di atterraggio, di sbarco e d'imbarco nei porti e negli aeroporti;

c) i tassi di cambio pertinenti al pacchetto.

3. Se l'aumento di prezzo di cui al presente articolo eccede l'8 per cento del prezzo complessivo del pacchetto, si applica l'articolo 40 del Codice del Turismo), commi 2, 3, 4 e 5.

4. Un aumento di prezzo, indipendentemente dalla sua entità, è possibile solo previa comunicazione chiara e precisa su supporto durevole da parte dell'organizzatore al viaggiatore, unitamente alla giustificazione di tale aumento e alle modalità di calcolo, almeno venti giorni prima dell'inizio del pacchetto.

5. In caso di diminuzione del prezzo, l'organizzatore ha diritto a detrarre le spese amministrative e di gestione delle pratiche effettive dal rimborso dovuto al viaggiatore, delle quali è tenuto a fornire la prova su richiesta del viaggiatore.

(1) Articolo così sostituito dall' art. 1, comma 1, D. Lgs. 21 maggio 2018, n. 62, che ha sostituito il Capo I, a decorrere dal 1° luglio 2018 e con applicabilità ai contratti conclusi a decorrere da tale data, ai sensi di quanto disposto dall' art. 3, comma 1, del medesimo D. Lgs. n. 62/2018.

ASSICURAZIONI FACOLTATIVA

SOLORESIDENCEINSARDEGNA potrà proporre ai propri clienti polizza aggiuntive per annullamento, spese primo soccorso, furto/smarrimento bagaglio.

7. PAGAMENTI

1. All'atto della sottoscrizione della proposta di acquisto del pacchetto turistico dovrà essere corrisposta:

a) la quota d'iscrizione o eventuale quota gestione pratica (vedi art. 8);

b) acconto sul prezzo del pacchetto turistico pubblicato in catalogo o nella quotazione del pacchetto fornita dall'Organizzatore. Tale importo viene versato a titolo di caparra confirmatoria ed anticipo conto prezzo. Nel periodo di validità della proposta di compravendita dei servizi turistici indicati e pertanto prima della ricezione della conferma di prenotazione degli stessi, che costituisce perfezionamento del contratto, gli effetti di cui all'art.1385 c.c. non si producono qualora il recesso dipenda da fatto sopraggiunto non imputabile. Il saldo dovrà essere improrogabilmente versato entro il termine stabilito dal Tour Operator nel proprio catalogo o nella conferma di prenotazione del servizio/pacchetto turistico richiesto.

2. Per le prenotazioni in epoca successiva alla data indicata quale termine ultimo per effettuare il saldo, l'intero ammontare dovrà essere versato al momento della sottoscrizione della proposta di acquisto.

3. La mancata ricezione da parte dell'Organizzatore delle somme sopra indicate, alle date stabilite, al pari della mancata rimessione al Tour Operator delle somme versate dal Viaggiatore, comporterà la automatica risoluzione del contratto da comunicarsi con semplice comunicazione scritta, via fax o via e-mail, o presso il domicilio anche elettronico, ove comunicato, del viaggiatore e ferme le eventuali azioni di garanzia ex art. 47 D. Lgs. 79/2011 esercitabili dal viaggiatore. Il saldo del prezzo si considera avvenuto quando le somme pervengono all'organizzatore direttamente dal viaggiatore o per il tramite dell'intermediario dal medesimo viaggiatore scelto.

8. PREZZO

Il prezzo del pacchetto turistico è determinato nel contratto, con riferimento a quanto indicato in catalogo, o programma fuori catalogo ed agli eventuali aggiornamenti degli stessi cataloghi o programmi fuori catalogo successivamente intervenuti, o nel sito web

Esso potrà essere variato, in aumento o in diminuzione, soltanto in conseguenza alle variazioni di:

- costi di trasporto, incluso il costo del carburante;

- diritti e tasse relative al trasporto aereo, ai diritti di atterraggio, di sbarco o di imbarco nei porti e negli aeroporti;

- tassi di cambio applicati al pacchetto in questione.

Per tali variazioni si farà riferimento al corso dei cambi ed ai prezzi in vigore alla data di pubblicazione del programma, come riportata nella scheda tecnica del catalogo, ovvero alla data riportata negli eventuali aggiornamenti pubblicati sui siti web.

In ogni caso il prezzo non può essere aumentato nei 20 giorni che precedono la partenza e la revisione non può essere superiore al 8% del prezzo nel suo originario ammontare.

In caso di diminuzione del prezzo, l'organizzatore ha diritto a detrarre le spese amministrative e di gestione delle pratiche effettive dal rimborso dovuto al viaggiatore, delle quali è tenuto a fornire la prova su richiesta del viaggiatore.

Il prezzo è composto da:

a) quota di iscrizione o quota gestione pratica;

b) quota di partecipazione: espressa in catalogo o nella quotazione del pacchetto fornita all'intermediario o al viaggiatore;

c) costo eventuali polizze assicurative contro i rischi di annullamento e/o spese mediche o altri servizi richiesti;

d) costo eventuali visti e tasse di ingresso ed uscita dai Paesi meta della vacanza.

e) oneri e tasse aeroportuali e/o portuali.

9. MODIFICA O ANNULLAMENTO DEL PACCHETTO TURISTICO PRIMA DELLA PARTENZA

1. Il Tour Operator si riserva il diritto di modificare unilateralmente le condizioni del contratto, diverse dal prezzo, ove la modifica sia di scarsa importanza. La comunicazione viene effettuata in modo chiaro e preciso attraverso un supporto durevole, quale ad esempio la posta elettronica.

2. Se prima della partenza l'organizzatore abbia necessità di modificare in modo significativo una o più caratteristiche principali dei servizi turistici di cui all'art. 34 comma 1 lett. a) oppure non può soddisfare le richieste specifiche formulate dal viaggiatore e già accettate dall'Organizzatore, oppure propone di aumentare il prezzo del pacchetto di oltre l'8%, il viaggiatore può accettare la modifica proposta oppure recedere dal contratto senza corrispondere spese di recesso.

3. Ove il viaggiatore non accetti la proposta di modifica di cui al comma 1, esercitando il diritto di recesso, l'organizzatore potrà offrire al viaggiatore un pacchetto sostitutivo di qualità equivalente o superiore.

4. L'organizzatore informa via mail, senza ingiustificato ritardo, il viaggiatore in modo chiaro e preciso delle modifiche proposte di cui al comma 2 e della loro incidenza sul prezzo del pacchetto ai sensi del comma 6.

5.Il viaggiatore comunica la propria scelta all'organizzatore o all'intermediario entro due giorni lavorativi dal momento in cui ha ricevuto l'avviso indicato al comma 1. In difetto di comunicazione entro il termine suddetto, la proposta formulata dall'organizzatore si intende accettata.

6. Se le modifiche del contratto di vendita di pacchetto turistico o del pacchetto sostitutivo di cui al comma 2 comportano un pacchetto di qualità o costo inferiore, il viaggiatore ha diritto a un'adeguata riduzione del prezzo.

7. In caso di recesso dal contratto di vendita di pacchetto turistico ai sensi del comma 2, e se il viaggiatore non accetta un pacchetto sostitutivo, l'organizzatore rimborsa senza ingiustificato ritardo e in ogni caso entro 14 giorni dal recesso dal contratto tutti i pagamenti effettuati da o per conto del viaggiatore ed ha diritto ad essere indennizzato per la mancata esecuzione del contratto, tranne nei casi di seguito indicati:

a. Non è previsto alcun risarcimento derivante dall'annullamento del pacchetto turistico quando la cancellazione dello stesso dipende dal mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti eventualmente richiesto;

b. Non è previsto alcun risarcimento derivante dall'annullamento del pacchetto turistico quando l'organizzatore dimostri che il difetto di conformità sia imputabile a causa di forza maggiore e caso fortuito.

c. Non è altresì previsto alcun risarcimento derivante dall'annullamento del pacchetto turistico quando l'organizzatore dimostri che il difetto di conformità è imputabile al viaggiatore o a un terzo estraneo alla fornitura di servizi turistici inclusi nel contratto di pacchetto turistico ed è imprevedibile o inevitabile.

8. Per gli annullamenti diversi da quelli di cui al comma 7 lettere a), b) e c), l'organizzatore che annulla, restituirà al viaggiatore una somma pari al doppio di quanto dallo stesso pagato ed effettivamente incassato dall'organizzatore, tramite l'agente di viaggio.

9. La somma oggetto della restituzione non sarà mai superiore al doppio degli importi di cui il viaggiatore sarebbe in pari data debitore secondo quanto previsto dall'art. 10, 3° comma qualora fosse egli ad annullare.

10. RECESSO DEL TURISTA

1. Il viaggiatore può altresì recedere dal contratto senza pagare penali nelle seguenti ipotesi:

- aumento del prezzo in misura eccedente l'8%;

- modifica in modo significativo di uno o più elementi del contratto oggettivamente configurabili come fondamentali ai fini della fruizione del pacchetto turistico complessivamente considerato e proposta dall'organizzatore dopo la conclusione del contratto stesso ma prima della partenza e non accettata dal viaggiatore;

- non può soddisfare le richieste specifiche formulate dal viaggiatore e già accettate dall'Organizzatore.

Nei casi di cui sopra, il viaggiatore può:

- accettare la proposta alternativa ove formulata dall'organizzatore;

- richiedere la restituzione delle somme già corrisposte. Tale restituzione dovrà essere effettuata nel termine di legge indicato all'articolo precedente.

2. In caso di circostanze inevitabili e straordinarie verificatesi nel luogo di destinazione o nelle sue immediate vicinanze e che hanno un'incidenza sostanziale nell'esecuzione del pacchetto o sul trasporto passeggeri verso la destinazione, il viaggiatore ha diritto di recedere dal contratto, prima dell'inizio del pacchetto, senza corrispondere spese di recesso, ed al rimborso integrale dei pagamenti effettuati per il pacchetto, ma non ha diritto all'indennizzo supplementare.

3. Al viaggiatore che receda dal contratto prima della partenza per qualsiasi motivo, anche imprevisto e sopraggiunto, al di fuori delle ipotesi elencate al primo comma, o di quelle previste dall'art. 9, comma 2, saranno addebitati - indipendentemente dal pagamento dell'acconto di cui all'art.7 comma 1 - il costo individuale di gestione pratica e l'eventuale corrispettivo di coperture assicurative già richieste al momento della conclusione del contratto o per altri servizi già resi, la penale nella misura indicata di seguito, salvo eventuali condizioni più restrittive - legate a periodi di alta stagione o di piena occupazione delle strutture - che verranno comunicate al viaggiatore in fase di preventivo e quindi prima della conclusione del contratto:

a) Pacchetti turistici con servizi aerei regolari di linea o a tariffa speciale IT, a tariffa normale e di gruppo con soggiorni in hotel, appartamenti, residence, ville e villaggi in formula alberghiera (Vedi scheda tecnica Art. 6 delle Condizioni Generali).

L'eventuale non imputabilità al viaggiatore della impossibilità di usufruire della vacanza non legittima il recesso senza penali, previsto per legge solo per le circostanze oggettive riscontrabili presso la località meta della vacanza di cui al comma 2 o per le ipotesi di cui al comma 1, essendo prevista la possibilità di garantirsi dal rischio economico connesso all'annullamento del contratto, con stipula di apposita polizza assicurativa, laddove non prevista in forma obbligatoria dall'organizzatore.

4. Nel caso di gruppi precostituiti le penali da recesso saranno oggetto di accordo specifico di volta in volta alla firma del contratto.

5. Dalla indicazione della percentuale di penale sopra indicata sono esclusi i viaggi che includono l'utilizzo dei voli di linea con tariffe speciali. In questi casi le condizioni relative alle penalità di cancellazione sono deregolamentate e molto più restrittive e sono previamente indicate in fase di quotazione del pacchetto di viaggio.

6. L'organizzatore può recedere dal contratto di pacchetto turistico e offrire al viaggiatore il rimborso integrale dei pagamenti effettuati per il pacchetto, ma non è tenuto a versare un indennizzo supplementare se:

- il numero di persone iscritte al pacchetto è inferiore al minimo previsto dal contratto e l'organizzatore comunica il recesso dal contratto al viaggiatore entro il termine fissato nel contratto e in ogni caso non più tardi di venti giorni prima dell'inizio del pacchetto in caso di viaggi che durano più di sei giorni, di sette giorni prima dell'inizio del pacchetto in caso di viaggi che durano tra due e sei giorni, di quarantotto ore prima dell'inizio del pacchetto nel caso di viaggi che durano meno di due giorni;

- l'organizzatore non è in grado di eseguire il contratto a causa di circostanze inevitabili e straordinarie e comunica il recesso dal medesimo al viaggiatore senza ingiustificato ritardo prima dell'inizio del pacchetto.

7. L'organizzatore procede a tutti i rimborsi prescritti a norma dei commi 2 e 6 senza ingiustificato ritardo e in ogni caso entro 14 giorni dal recesso. Nei suddetti casi si determina la risoluzione dei contratti funzionalmente collegati stipulati con terzi.

8. In caso di contratti negoziati fuori dai locali commerciali, il viaggiatore ha diritto di recedere dal contratto di pacchetto turistico entro un periodo di cinque giorni dalla data della conclusione del contratto o dalla data in cui riceve le condizioni contrattuali e le informazioni preliminari se successiva, senza penali e senza fornire alcuna motivazione. Nei casi di offerte con tariffe sensibilmente diminuite rispetto alle offerte concorrenti, il diritto di recesso è escluso. In tale ultimo caso, l'organizzatore documenta la variazione di prezzo evidenziando adeguatamente l'esclusione del diritto di recesso.

11. RESPONSABILITÀ DELL'ORGANIZZATORE PER INESATTA ESECUZIONE E SOPRAVVENUTA IMPOSSIBILITA' IN CORSO DI ESECUZIONE. OBBLIGHI DEL VIAGGIATORE TEMPESTIVITÀ DELLA CONTESTAZIONE

1. L'organizzatore è responsabile dell'esecuzione dei servizi turistici previsti dal contratto di vendita di pacchetto turistico, indipendentemente dal fatto che tali servizi turistici devono essere prestati dall'organizzatore stesso, dai suoi ausiliari o preposti quando agiscono nell'esercizio delle loro funzioni, dai terzi della cui opera si avvalga o da altri fornitori di servizi turistici ai sensi dell'articolo 1228 del codice civile.

2. Il viaggiatore, in ossequio agli obblighi di correttezza e buona fede di cui agli articoli 1175 e 1375 del codice civile, informa l'organizzatore, direttamente o tramite il venditore, tempestivamente, tenuto conto delle circostanze del caso, di eventuali difetti di conformità rilevati durante l'esecuzione di un servizio turistico previsto dal contratto di vendita di pacchetto turistico.

3. Se uno dei servizi turistici non è eseguito secondo quanto pattuito nel contratto di vendita di pacchetto turistico, l'organizzatore pone rimedio al difetto di conformità, a meno che ciò risulti impossibile oppure risulti eccessivamente oneroso, tenendo conto dell'entità del difetto di conformità e del valore dei servizi turistici interessati dal difetto. Se l'organizzatore non pone rimedio al difetto, il viaggiatore ha diritto alla riduzione del prezzo nonché al risarcimento del danno che abbia subito in conseguenza del difetto di conformità, a meno che l'organizzatore dimostri che il difetto di conformità è imputabile al viaggiatore o ad un terzo estraneo alla fornitura dei servizi turistici o è a carattere inevitabile o imprevedibile oppure dovuto a circostanze straordinarie ed inevitabili.

4. Fatte salve le eccezioni di cui sopra, se l'organizzatore non pone rimedio al difetto di conformità entro un periodo ragionevole fissato dal viaggiatore con la contestazione effettuata ai sensi del comma 2, questi può ovviare personalmente al difetto e chiedere il rimborso delle spese necessarie, ragionevoli e documentate; se l'organizzatore rifiuta di porre rimedio al difetto di conformità o se è necessario avviarvi immediatamente non occorre che il viaggiatore specifichi un termine.

Se un difetto di conformità costituisce un inadempimento di non scarsa importanza e l'organizzatore non vi ha posto rimedio con la contestazione tempestiva effettuata dal viaggiatore, in relazione alla durata ed alle caratteristiche del pacchetto, il viaggiatore può risolvere il contratto con effetto immediato, o chiedere - se del caso - una riduzione del prezzo, salvo l'eventuale risarcimento del danno.

L'Organizzatore, qualora dopo la partenza si trovi nell'impossibilità di fornire, per qualsiasi ragione tranne che per fatto proprio del viaggiatore, una parte essenziale dei servizi previsti dal contratto, dovrà predisporre adeguate soluzioni alternative per la prosecuzione del viaggio programmato non comportanti oneri di qualsiasi tipo a carico del viaggiatore, oppure rimborsare quest'ultimo nei limiti della differenza tra le prestazioni originariamente previste e quelle effettuate.

Il viaggiatore può respingere le soluzioni alternative proposte solo se non sono comparabili quanto convenuto nel contratto o se la riduzione del prezzo concessa è inadeguata. Qualora non risulti possibile alcuna soluzione alternativa, ovvero la soluzione predisposta dall'organizzatore venga rifiutata dal viaggiatore poiché non comparabile a quanto convenuto nel contratto o poiché la concessa riduzione del prezzo è inadeguata, l'organizzatore fornirà senza supplemento di prezzo, un mezzo di trasporto equivalente a quello originario previsto per il ritorno al luogo di partenza o al diverso luogo eventualmente pattuito, compatibilmente alle disponibilità di mezzi e posti, e lo rimborserà nella misura della differenza tra il costo delle prestazioni previste e quello delle prestazioni effettuate fino al momento del rientro anticipato.

12. SOSTITUZIONI E VARIAZIONE PRATICA

1. Il viaggiatore previo preavviso dato all'organizzatore su un supporto durevole entro e non oltre sette giorni prima dell'inizio del pacchetto, può cedere il contratto di vendita di pacchetto turistico a una persona che soddisfa tutte le condizioni per la fruizione del servizio.

2. Il cedente e il cessionario del contratto di vendita di pacchetto turistico sono solidalmente responsabili per il pagamento del saldo del prezzo e degli eventuali diritti, imposte e altri costi aggiuntivi, ivi comprese le eventuali spese amministrative e di gestione delle pratiche, risultanti da tale cessione.

3. L'organizzatore informa il cedente dei costi effettivi della cessione, che non eccedono le spese realmente sostenute dall'organizzatore in conseguenza della cessione del contratto di vendita di pacchetto turistico e fornisce al cedente la prova relativa ai diritti, alle imposte o agli altri costi aggiuntivi risultanti dalla cessione del contratto. In caso di contratto di viaggio con trasporto aereo per il quale è stata emessa biglietteria a tariffa agevolata eo non rimborsabile, la cessione potrebbe comportare l'emissione di nuova biglietteria aerea con la tariffa disponibile alla data della cessione medesima.

13. OBBLIGHI DEI TURISTI

Fermo l'obbligo di tempestiva comunicazione del difetto di conformità, per come previsto all'art. 11 comma 2, i viaggiatori devono attenersi ai seguenti obblighi:

2. Per le norme relative all'espatrio dei minori si rimanda espressamente a quanto indicato nel sito della Polizia di Stato. Si precisa comunque che i minori devono essere in possesso di un documento personale valido per i viaggi all'estero ovvero passaporto o, per i Paesi UE, anche di carta di identità valida per l'espatrio. Per quanto riguarda l'uscita dal Paese dei minori di anni 14 e per quelli per cui è necessaria l'Autorizzazione emessa dalla Autorità Giudiziaria, dovranno essere seguite le prescrizioni indicate sul sito della Polizia di Stato https://www.poliziadistato.it/articolo/191/.

3. I cittadini stranieri dovranno reperire le corrispondenti informazioni attraverso le loro rappresentanze diplomatiche presenti in Italia e/o i rispettivi canali informativi governativi ufficiali.

In ogni caso i viaggiatori provvederanno, prima della partenza, a verificarne l'aggiornamento presso le competenti autorità (per i cittadini italiani le locali Questure ovvero il Ministero degli Affari Esteri tramite il sito www.viaggiaresicuri.it ovvero la Centrale Operativa Telefonica al numero 06.491115) adeguandovisi prima del viaggio. In assenza di tale verifica, nessuna responsabilità per la mancata partenza di uno o più viaggiatori potrà essere imputata all'intermediario o all'organizzatore.

4. I viaggiatori dovranno in ogni caso informare l'intermediario e l'organizzatore della propria cittadinanza al momento della richiesta di prenotazione del pacchetto turistico o servizio turistico e, al momento della partenza dovranno accertarsi definitivamente di essere muniti dei certificati di vaccinazione, del passaporto individuale e di ogni altro documento valido per tutti i Paesi toccati dall'itinerario, nonché dei visti di soggiorno, di transito e dei certificati sanitari che fossero eventualmente richiesti.

5. Inoltre, al fine di valutare la situazione di sicurezza sociopolitica, sanitaria e ogni altra informazione utile relativa ai Paesi di destinazione e, dunque, l'utilizzabilità oggettiva dei servizi acquistati o da acquistare il viaggiatore avrà l'onere di assumere le informazioni ufficiali di carattere generale presso il Ministero Affari Esteri, e divulgate attraverso il sito istituzionale della Farnesina www.viaggiaresicuri.it.

Le informazioni di cui sopra non sono contenute nei cataloghi dei T.O. - on line o cartacei - poiché essi contengono informazioni descrittive di carattere generale per come indicate nell'art. 34 Cod. Tur. e non informazioni temporalmente mutevoli. Le stesse pertanto dovranno essere assunte a cura dei viaggiatori.

6. Ove alla data di prenotazione la destinazione prescelta risultasse, dai canali informativi istituzionali, località soggetta ad "avvertimento" per motivi di sicurezza, il viaggiatore che successivamente dovesse esercitare il recesso non potrà invocare, ai fini dell'esonero della riduzione della richiesta di indennizzo per il recesso operato, il venir meno della causa contrattuale connessa alle condizioni di sicurezza del Paese.

7. I viaggiatori dovranno inoltre attenersi all'osservanza delle regole di normale prudenza e diligenza ed a quelle specifiche in vigore nei paesi destinazione del viaggio, a tutte le informazioni fornite loro dall'organizzatore, nonché ai regolamenti, alle disposizioni amministrative o legislative relative al pacchetto turistico.

I viaggiatori saranno chiamati a rispondere di tutti i danni che l'organizzatore e/o l'intermediario dovessero subire anche a causa del mancato rispetto degli obblighi sopra indicati, ivi incluse le spese necessarie al loro rimpatrio.

8. Il viaggiatore è tenuto a fornire all'organizzatore tutti i documenti, le informazioni e gli elementi in suo possesso utili per l'esercizio del diritto di surroga di quest'ultimo nei confronti dei terzi responsabili del danno ed è responsabile verso l'organizzatore del pregiudizio arrecato al diritto di surrogazione.

9. Il viaggiatore comunicherà altresì per iscritto all'organizzatore, all'atto della proposta di compravendita di pacchetto turistico e quindi prima dell'invio della conferma di prenotazione dei servizi da parte dell'organizzatore, le particolari richieste personali che potranno formare oggetto di accordi specifici sulle modalità del viaggio, sempre che ne risulti possibile l'attuazione e risultare in ogni caso oggetto di specifico accordo tra il viaggiatore e l'Organizzatore ( cfr. art. 6, comma 1° lett. h).

14. CLASSIFICAZIONE ALBERGHIERA

La classificazione ufficiale delle strutture alberghiere viene fornita in catalogo od in altro materiale informativo soltanto in base alle espresse e formali indicazioni delle competenti autorità del Paese in cui il servizio è erogato. In assenza di classificazioni ufficiali riconosciute dalle competenti Pubbliche Autorità dei Paesi membri della UE cui il servizio si riferisce, o in ipotesi di strutture commercializzate quale "Villaggio Turistico" l'organizzatore si riserva la facoltà di fornire in catalogo o nel depliant una propria descrizione della struttura ricettiva, tale da permettere una valutazione e conseguente accettazione della stessa da parte del viaggiatore.

15. REGIME DI RESPONSABILITÀ

L'organizzatore risponde dei danni arrecati al viaggiatore a motivo dell'inadempimento totale o parziale delle prestazioni contrattualmente dovute, sia che le stesse vengano effettuate da lui personalmente che da terzi fornitori dei servizi, a meno che provi che l'evento è derivato da fatto del viaggiatore (ivi comprese iniziative autonomamente assunte da quest'ultimo nel corso dell'esecuzione dei servizi turistici) o dal fatto di un terzo a carattere imprevedibile o inevitabile, da circostanze estranee alla fornitura delle prestazioni previste in contratto, da caso fortuito, da forza maggiore, ovvero da circostanze che lo stesso organizzatore non poteva, secondo la diligenza professionale, ragionevolmente prevedere o risolvere.

L'intermediario presso il quale sia stata effettuata la prenotazione del pacchetto turistico non risponde delle obbligazioni relative alla organizzazione ed esecuzione del viaggio, ma è responsabile esclusivamente delle obbligazioni nascenti dalla sua qualità di intermediario e per l'esecuzione del mandato conferitogli dal viaggiatore, per come specificamente previsto dall'art. 50 del Codice del Turismo compresi gli obblighi di garanzia di cui all'art. 47.

16. LIMITI DEL RISARCIMENTO

I risarcimenti di cui agli artt. 43 e 46 del Cod. Tur. e relativi termini di prescrizione, sono disciplinati da quanto in ess previsto e comunque nei limiti stabiliti dalle Convenzioni Internazionali che disciplinano le prestazioni che formano oggetto del pacchetto turistico nonché dagli articoli 1783 e 1784 del codice civile, ad eccezione dei danni alla persona non soggetti a limite prefissato.

a. Il diritto alla riduzione del prezzo o al risarcimento dei danni per le modifiche del contratto di vendita di pacchetto turistico o del pacchetto sostitutivo, si prescrive in due anni a decorrere dalla data del rientro del viaggiatore nel luogo di partenza.

b. Il diritto al risarcimento del danno alla persona si prescrive in tre anni a decorrere dalla data di rientro del viaggiatore nel luogo di partenza o nel più lungo periodo previsto per il risarcimento del danno alla persona dalle disposizioni che regolano i servizi compresi nel pacchetto.

17. POSSIBILITÀ DI CONTATTARE L'ORGANIZZATORE TRAMITE IL VENDITORE

1. Il viaggiatore può indirizzare messaggi, richieste o reclami relativi all'esecuzione del pacchetto direttamente al venditore tramite il quale lo ha acquistato, il quale, a sua volta, li inoltra tempestivamente all'organizzatore.

2. Ai fini del rispetto dei termini o periodi di prescrizione, la data in cui il venditore riceve messaggi, richieste o reclami di cui al comma precedente, è considerata la data di ricezione anche per l'organizzatore.

18. OBBLIGO DI ASSISTENZA

L'organizzatore presta adeguata assistenza senza ritardo al viaggiatore in difficoltà anche nelle circostanze di cui all'articolo 42, comma 7, in particolare fornendo le opportune informazioni riguardo ai servizi sanitari, alle autorità locali e all'assistenza consolare e assistendo il viaggiatore nell'effettuare comunicazioni a distanza e aiutandolo a trovare servizi turistici alternati.

L'organizzatore può pretendere il pagamento di un costo ragionevole per tale assistenza qualora il problema sia causato intenzionalmente dal viaggiatore o per sua colpa, nei limiti delle spese effettivamente sostenute.

19. ASSICURAZIONE CONTRO LE SPESE DI ANNULLAMENTO E DI RIMPATRIO

Se non espressamente comprese nel prezzo, è possibile e consigliabile, stipulare al momento della prenotazione presso gli uffici dell'organizzatore o del venditore speciali polizze assicurative contro le spese derivanti dall'annullamento del pacchetto, dagli infortuni e/o malattie che coprano anche le spese di rimpatrio e per la perdita e/o danneggiamento del bagaglio.

I diritti nascenti dai contratti di assicurazione devono essere esercitati dal viaggiatore direttamente nei confronti delle Compagnie di Assicurazioni stipulanti, alle condizioni e con le modalità previste nelle polizze medesime, come esposto nelle condizioni di polizza pubblicate sui cataloghi o esposte negli opuscoli messi a disposizione dei Viaggiatori al momento della partenza.

20. STRUMENTI ALTERNATIVI DI RISOLUZIONE DELLE CONTROVERSIE

Ai sensi e per gli effetti di cui all'art. 67 Cod. Tur. l'organizzatore potrà proporre al viaggiatore - sul catalogo, sulla documentazione, sul proprio sito internet o in altre forme - modalità di risoluzione alternativa delle contestazioni insorte.

In tal caso l'organizzatore indicherà la tipologia di risoluzione alternativa proposta e gli effetti che tale adesione comporta.

21. GARANZIE AL VIAGGIATORE - FONDO DI GARANZIA

SOLORESIDENCEINSARDEGNA è assicurata con polizza Fallimento VACANZEGARANTITE

22. MODIFICHE OPERATIVE

In considerazione del largo anticipo con cui vengono pubblicati i cataloghi che riportano le informazioni relative alle modalità di fruizione dei servizi, si rende noto che gli orari e le tratte dei voli indicati nella accettazione della proposta di compravendita dei servizi potrebbero subire variazioni poiché soggetti a successiva convalida. A tal fine il viaggiatore dovrà chiedere conferma dei servizi alla propria Agenzia prima della partenza. L'Organizzatore informerà i passeggeri circa l'identità del vettore effettivo nei tempi e con le modalità previste dall'art. 11 del Reg. CE 2111/2005. (richiamato all'art. 5).

ADDENDUM CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI SINGOLI SERVIZI TURISTICI

A) DISPOSIZIONI NORMATIVE

I contratti aventi ad oggetto l'offerta del solo servizio di trasporto, del solo servizio di soggiorno, ovvero di qualunque altro separato servizio turistico, non potendosi configurare come fattispecie negoziale di organizzazione di viaggio ovvero di pacchetto turistico, non godono delle tutele previste in favore dei viaggiatori dalla Direttiva Europea 2015/2302.

Il venditore che si obbliga a procurare a terzi, anche in via telematica, un servizio turistico disaggregato, è tenuto a rilasciare al viaggiatore i documenti relativi a questo servizio, che riportino la somma pagata per il servizio e non può in alcun modo essere considerato organizzatore di viaggio.

B) INFORMATIVA PRIVACY

Si informano i signori viaggiatori che i loro dati personali, il cui conferimento è necessario per permettere la conclusione e l'esecuzione del contratto di viaggio, saranno trattati in forma manuale e/o elettronica nel rispetto della normativa vigente. L'eventuale rifiuto comporterà l'impossibilità di perfezionamento e conseguente esecuzione del contratto. L'esercizio dei diritti previsti dalla normativa vigente - a titolo esemplificativo:

diritto di richiedere l'accesso ai dati personali, la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che lo riguardano o di opporsi al loro trattamento, oltre al diritto alla portabilità dei dati;

il diritto di proporre reclamo a un'autorità di controllo - potrà essere esercitato nei confronti del titolare del trattamento.

Per ogni più ampia informazione sul trattamento dei dati da parte dell'organizzatore si rimanda alla specifica sezione del sito www.SOLORESIDENCEINSARDEGNA.it, contenente la Privacy Policy.

In ogni caso si porta a conoscenza dei viaggiatori che i dati personali potranno essere comunicati a:

• Soggetti cui l'accesso ai dati sia riconosciuto da disposizioni di legge, di regolamento o di normativa comunitaria;

• Paesi esteri per i quali esiste una decisione di Adeguatezza da parte della Commissione Europea ex art. 45 e/o garanzie adeguate ex art. 46 UE 2016/679, quali specificamente: - Andorra; - Argentina; - Australia - PNR; - Canada; - FaerOer; - Guernsey;- Isola di Man- - Israele; - Jersey; - Nuova Zelanda;- Svizzera; - Uruguay.

• Compagnie Assicuratrici e soggetti terzi, anche in paesi extra UE, per l'espletamento della prenotazione del viaggio (alberghi, compagnie aeree, area Operativo Vendite, Back office, Contrattazione Voli Charter e Linea Distribuzione, Assistenza, Amministrazione).

• Responsabili esterni e i soggetti autorizzati del trattamento preposti alla gestione della pratica viaggio regolarmente incaricati e formati sul Trattamento dei dati personali.

Per i viaggi verso Paesi extra UE e al di fuori di quelli sopra indicati per i quali sussiste una decisione di Adeguatezza da parte della Commissione Europea ex art. 45 e/o art. 46 del Reg. UE 2016/679, si rende noto che i viaggiatori non potranno esercitare i diritti per come previsti dal Regolamento né verso il Titolare del Trattamento, né direttamente verso i terzi (quali a titolo esemplificativo: albergatori, vettori locali, compagnie assicurative locali, istituti di cura pubblici o privati ecc.) poiché tale obbligo di trattamento e/o conservazione dei dati secondo gli standard dell'Unione Europea non è previsto dalle leggi del Paese ospitante.

Ai sensi dell'art. 49 comma 1 lett. b, del GPDR 679/2016 è ammesso il trasferimento o un complesso di trasferimenti di dati personali verso un paese terzo o un'organizzazione internazionale se il trasferimento sia necessario all'esecuzione di un contratto concluso tra l'interessato e il titolare del trattamento, ovvero all'esecuzione di misure precontrattuali adottate su istanza dell'interessato.

COMUNICAZIONE OBBLIGATORIA AI SENSI DELL'ARTICOLO 17 DELLA LEGGE N°38/2006.

"La legge italiana punisce con la reclusione i reati concernenti la prostituzione e la pornografia minorile, anche se commessi all'estero".

C) CANCELLAZIONE GRATUITA "Liberi di ripensarci".

SOLORESIDENCEINSARDEGNA ha previsto per certi periodi e per certi prodotti la possibilità di avvalersi di particolari condizioni di favore in relazione alla CANCELLAZIONE GRATUITA. Tale soluzione offre il vantaggio di annullare senza penalità per qualsiasi motivo fino a determinati giorni prima dell'arrivo oppure fino ad una determinata data come specificato nella promozione con il solo addebito dell'assicurazione se presente, il numero di giorni sono sempre da intendersi lavorativi. SOLORESIDENCEINSARDEGNA informerà il cliente della possibilità di avvalersi di tale promozione su prodotti e periodi specifici.

Potrai decidere di stipulare sempre il nostro pacchetto assicurativo facoltativo che, in caso di annullamento decorso il termine indicato nella promozione, ti darà la possibilità di aprire il sinistro con la compagnia assicurativa per recuperare le eventuali somme spettanti in base alle penalità di annullamento applicate.

La quota servizi, qualora presente, non verrà rimborsata.

1. Se sei possessore di Buono/Voucher 2020 e prenoti la tua vacanza con la promozione "Acconto a € 99 ", in caso di annullamento la modalità di rimborso sarà mediante nuovo Buono/Voucher 2021 dello stesso importo di quello originario 2020 + rimborso monetario di € 99.

2. Se sei possessore di Buono/Voucher 2020 e prenoti la tua vacanza con l'acconto pari al 30%, in caso di annullamento la modalità di rimborso sarà mediante nuovo Buono/Voucher 2021 dello stesso importo di quello originario 2020 e rimborso monetario per l'eventuale differenza.

D) ACCONTO A € 99

Nelle strutture dove è prevista questa promozione avrai il vantaggio di confermare la tua Vacanza con un acconto di soli € 99 e potrai saldare comodamente 30 giorni prima della partenza.

Se sei in possesso di nostro Buono/Voucher 2020, all'atto della prenotazione dovrai versare l'importo di € 99 a titolo di acconto ed il valore del voucher in tuo possesso sarà decurtato dal saldo. In caso di annullamento la modalità per il rimborso sarà mediante l'emissione di un nuovo Buono/Voucher 2021 dello stesso importo di quello originario 2020 + rimborso monetario di € 99.

E) BONUS VACANZE

Credito riconosciuto ai nuclei familiari con una soglia ISEE non superiore ai 40.000,00 euro, il cui importo varia da 150 euro fino a 500 euro a seconda della composizione del nucleo familiare.

Fino a 500 euro per i nuclei familiari composti da tre o più persone.

Fino a 300 euro per i nuclei familiari composti da due persone;

Fino a 150 euro per i nuclei familiari composto da una sola persona;

All'atto della conferma di prenotazione verrà scalato l'80% del valore del bonus; il restante 20% potrà essere detratto nella Dichiarazione dei Redditi.

Il Bonus Vacanze è utilizzabile per soggiorni fino al 30 Giugno 2021​.

Accettiamo il Bonus Vacanze qualora le strutture con cui collaboriamo accettano la nostra intermediazione

Il Bonus Vacanze non è cumulabile con le altre offerte presenti sul sito quali:

Acconto a 99 euro

Cancellazione Gratuita

Il Bonus è utilizzabile per vacanze di importi maggiori del valore del Bonus e si richiede il saldo immediato al momento della conferma.

Il Bonus Vacanze è cumulabile con il nostro voucher.

FORO COMPETENTE

Per eventuali controversie sarà competente il Foro di BOLOGNA. In caso di controversie la legge di riferimento è la legge italiana.

Informativa ex art. 13 D. Lgs. 196/03 (protezione dati personali): Il trattamento dei dati personali - il cui conferimento è necessario per la conclusione e l'esecuzione del contratto - è svolto, nel pieno rispetto del D. Lgs. 196/2003, in forma cartacea e digitale. I dati saranno comunicati ai soli fornitori dei servizi compresi in pacchetto turistico.

Il cliente potrà in ogni momento esercitare i diritti ex art. 7 d.lgs.n.196/03 contattando SOLORESIDENCEINSARDEGNA.


Informativa Cookie

Utilizzo dei Cookie

COSA SONO I COOKIE?

Un cookie è un piccolo frammento di dati che un sito web deposita nel browser del tuo computer o del tuo dispositivo mobile. Questa Normativa sui Cookie si riferisce a tutti i cookie e tecnologie simili (da questo momento in poi tutti definiti "cookie").

PERCHE' SI UTILIZZANO I COOKIE?

Le pagine web non hanno memoria. Se navighi da una pagina all'altra all'interno di un sito web, non sarai riconosciuto come lo stesso utente in ciascuna delle pagine. I cookie ti consentono di essere riconosciuto dal sito web come utente unico. I cookie permettono anche di memorizzare le tue scelte, per esempio la lingua che preferisci, la valuta che hai impostato e i criteri di ricerca. I cookie ti consentono anche di essere riconosciuto alla tua visita successiva.

I COOKIE SONO TUTTI UGUALI?

No, esistono vari tipi di cookie e diversi modi di utilizzarli. I cookie si distinguono in base alla funzione svolta, alla loro durata e a chi li ha inseriti in un sito web.

COME VENGONO UTILIZZATI I COOKIE?

SOLORESIDENCEINSARDEGNA utilizza i seguenti tipi di cookie: Cookie analitici: Utilizziamo i cookie analitici per capire meglio come i nostri visitatori usano il sito web, per capire cosa funziona o cosa no, per ottimizzare e migliorare il sito e per assicurarci che il sito sia sempre interessante e rilevante. I dati che ricaviamo includono le pagine web visitate, le pagine di uscita e di ingresso, il tipo di piattaforma, informazioni su data e ora e dati come il numero di click su una determinata pagina. Utilizziamo i cookie analitici anche nell'ambito delle nostre campagne pubblicitarie online, per capire come gli utenti interagiscono con il nostro sito in seguito alla visualizzazione di una pubblicità online. In ogni caso, non potremo sapere chi sei: i dati che otteniamo sono anonimi. Anche i nostri partner commerciali potrebbero utilizzare cookie analitici per sapere se i loro utenti fanno uso delle offerte integrate nei loro siti.

COOKIES PER IL REMARKETING E IL BEHAVIORAL TARGETING

Remarketing con Google Analytics per la pubblicità display (Google)

Google Analytics per la pubblicità display è un servizio di Remarketing e Behavioral Targeting fornito da Google Inc. che collega l'attività di tracciamento effettuata da Google Analytics e dai suoi Cookie con il network di advertising Adwords ed il Cookie Doubleclick.

Dati personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

Luogo del trattamento : USA - Privacy Policy - Opt Out

ADWORDS REMARKETING (GOOGLE)

AdWords Remarketing è un servizio di Remarketing e Behavioral Targeting fornito da Google Inc. che collega l'attività di questa Applicazione con il network di advertising Adwords ed il Cookie Doubleclick.

Dati personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

Luogo del trattamento : USA - Privacy Policy - Opt Out

ADROLL E' UN SERVIZIO DI REMARKETING E BEHAVIORAL TARGETING FORNITO DA SEMANTIC SUGAR, INC.

Dati Personali raccolti: cookie e dati di utilizzo

Luogo del trattamento: USA Privacy Policy - Opt Out

FACEBOOK CUSTOM AUDIENCE (FACEBOOK, INC.)

Facebook Custom Audience è un servizio di Remarketing e Behavioral Targeting fornito da Facebook, Inc. che collega l'attività di questa Applicazione con il network di advertising Facebook.

Dati raccolti: Cookie e Email.

Luogo del trattamento : USA - Privacy Policy - Opt Out

FACEBOOK REMARKETING (FACEBOOK, INC.)

Facebook Remarketing è un servizio di Remarketing e Behavioral Targeting fornito da Facebook, Inc. che collega l'attività di questa Applicazione con il network di advertising Facebook.

Dati raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

Luogo del trattamento : USA - Privacy Policy - Opt Out

PER QUANTO TEMPO RESTANO ATTIVI I COOKIE DI SOLORESIDENCEINSARDEGNA?

I cookie che utilizziamo hanno una durata variabile. La durata massima, che interessa alcuni dei nostri cookie, è di 30 giorni a partire dall'ultima visita del sito. In qualsiasi momento puoi cancellare tutti i cookie dal browser, dalle proprie impostazioni.

CHI HA ACCESSO AI DATI DEI COOKIE DI SOLORESIDENCEINSARDEGNA?

Solo SOLORESIDENCEINSARDEGNA può accedere ai cookie di SOLORESIDENCEINSARDEGNA.

COME PUOI MODIFICARE LE PREFERENZE RELATIVE AI COOKIE?

Dalle impostazioni del tuo browser (per esempio Internet Explorer, Safari, Firefox o Chrome) potrai stabilire quali sono i cookie che desideri ricevere e quali no. Per sapere dove puoi trovare queste impostazioni, che possono variare a seconda del browser utilizzato, usa la funzione "Help" o Aiuto" del tuo browser. Se decidessi di non accettare determinati cookie, potresti non essere in grado di utilizzare correttamente alcune funzioni del nostro sito. In ogni caso, la funzione "Do Not Track" offerta da alcuni browser (denominata "Non tenere traccia", "Non effettuare alcun tracciamento" o altro a seconda del tipo di browser) potrebbe non funzionare sul nostro sito. Tieni inoltre presente che se scegli di utilizzare la funzione di opt-out da una rete pubblicitaria, ciò non significa che non riceverai più, o che non sarai più soggetto ad analisi di mercato e a messaggi pubblicitari online. Significa soltanto che la rete che stai escludendo non ti mostrerà più pubblicità basate sulle tue preferenze e sul tuo comportamento online

SICUREZZA

Che tipo di procedure di sicurezza utilizza SOLORESIDENCEINSARDEGNA per salvaguardare i dati personali?

In conformità con le leggi europee sulla protezione dei dati personali, osserviamo idonee procedure per evitare che i dati personali vengano consultati senza autorizzazione o utilizzati in modo improprio. Per proteggere e salvaguardare i dati personali che ci fornisci, utilizziamo procedure e sistemi appropriati. Inoltre, abbiamo implementato e utilizziamo procedure di sicurezza e restrizioni tecniche e fisiche riguardanti l'accesso e l'utilizzo di dati personali sui nostri server. L'accesso ai dati personali è consentito soltanto al personale autorizzato, e può avvenire esclusivamente nel corso dello svolgimento del loro lavoro. I dati della tua carta di credito, nei casi in cui essi siano necessari per il processo di prenotazione, non vengono conservati

BAMBINI

I servizi offerti da SOLORESIDENCEINSARDEGNA non sono destinati ai minori di 18 anni. L'utilizzo dei nostri servizi deve avvenire con il consenso di un genitore o di un tutore. Nel caso ricevessimo informazioni da un minore di 18 anni, ci riserviamo il diritto di cancellarle.

CONTATTI - COME PUOI CONTROLLARE I DATI PERSONALI CHE HAI FORNITO A SOLORESIDENCEINSARDEGNA.IT?

Puoi verificare in qualsiasi momento i tuoi dati personali da noi custoditi. Puoi richiederli inviandoci un'e-mail all'indirizzo info@soloresidenceinsardegna.it Nell'oggetto dell'e-mail scrivi "Richiesta dati personali" e allega una copia della tua carta d'identità per aiutarci a prevenire eventuali accessi non autorizzati ai tuoi dati personali. Nel caso in cui i tuoi dati non fossero corretti, provvederemo a modificarli in seguito alla tua richiesta. Se non intendi più avvalerti dei servizi di SOLORESIDENCEINSARDEGNA potrai anche chiederci di interrompere l'utilizzo dei tuoi dati personali. Puoi decidere di cancellare il tuo account utente nell'anagrafica nel nostro gestionale di prenotazioni (conserviamo solo ed esclusivamente i dati delle prenotazioni). Puoi anche decidere di annullare la tua iscrizione alla newsletter di SOLORESIDENCEINSARDEGNA utilizzando il link "Per cancellarti clicca qui" presente in ogni newsletter. Le richieste di aggiornamento. Tieni presente che potremmo aver bisogno di conservare alcune informazioni, per esempio per motivi legali o amministrativi, come l'obbligo di conservazione della documentazione, l'eventualità di azioni legali o per la rilevazione di attività fraudolente.

CHI E' RESPONSABILE DELLA GESTIONE DEI DATI PERSONALI PER IL SITO E LE APP DI ALLTOURS.IT?

AMACOL SRL è responsabile della gestione dei dati personali per il sito SOLORESIDENCEINSARDEGNA è una società privata a responsabilità limitata soggetta alle leggi italiane


Informazioni Utili

QUOTE

​Tutte le quote sono espresse in Euro. Le frazioni centesimali, se non espressamente indicate, sono pari a ,00.

IL PACCHETTO NAVE INCLUDE:

1. Passaggio in Ponte sulle corse diurne per OLBIA e GOLFO ARANCI

2. Posto in poltrona fino ad esaurimento (altrimenti Passaggio in Ponte) sulle corse notturne per PORTO TORRES, GOLFO ARANCI, OLBIA, CAGLIARI, CATANIA e PALERMO.

3. Auto al seguito (no Fuoristrada, Camper, Furgoni e Minibus) per qualsiasi porto di destinazione

4. Misure massime consentite auto al seguito (lunghezza metri 5 con tutte le compagnie) :

Tirrenia/Moby lunghezza 5 mt, altezza 220 cm, larghezza 185 cm

Grimaldi lunghezza 5 mt, altezza 190 cm (nessun limite per larghezza)

Gnv lunghezza 5 mt, altezza 190 cm (nessun limite per larghezza)

Corsica Ferries lunghezza 5 mt, altezza 190 cm, larghezza 2 mt

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

1. Il viaggio in nave deve essere obbligatoriamente di andata e ritorno.

2. All'atto della prenotazione è obbligatorio fornire per tutti i partecipanti al viaggio cognome e nome, data di nascita, cittadinanza, nonché i dati dell'auto al seguito specificando modello, targa e tipo di alimentazione (questi ultimi se comunicati successivamente alla data di conferma prenotazione potrebbero comportare l'addebito di spese operative).

3. Per i cittadini extraeuropei è obbligatorio fornire anche il luogo di nascita, tipo documento, numero del documento, data di emissione e scadenza (eccetto per coloro in possesso di cittadinanza italiana o di altro paese della comunità europea).

4. Tutte le modifiche e/o correzioni relative ad auto, targa, nominativo, data di nascita, comportano l'addebito di spese operative.

5. Eventuali inserimenti di cabina e/o poltrona successivi alla data di conferma prenotazione oltre ai relativi supplementi potrebbero comportare l'annullamento e nuova emissione del biglietto con l'addebito di spese operative.

6. Gli orari e operativi possono essere suscettibili di variazione da parte delle Compagnie marittime.

7. Per evitare problematiche connesse ad imprevisti cambi di orario o cancellazione corse per avverse condizioni meteo è necessario comunicare all'atto della prenotazione il numero di cellulare di uno dei partecipanti al viaggio.

8. Per il periodo di alta stagione la migliore tariffa presente online relativa alla sistemazione "cabina interna" è valida esclusivamente fino ad esaurimento posti, al termine sarà possibile richiederla e prenotarla con quotazione ad hoc.

9. Per i bambini da 0 a 4 anni non compiuti le compagnie marittime prevedono il passaggio gratuito ma senza occupazione di posto a bordo.

10. Le cabine sono da 2 a 4 posti letto, quindi in caso di nucleo famigliare composto da 5 persone (escluso bambini fino a 4 anni non compiuti) per il 5° passeggero la sistemazione è in passaggio ponte o poltrona in base alle corse diurne o notturne.

11. Tutti i partecipanti al viaggio, minori inclusi, hanno l'obbligo di presentarsi al porto muniti dei documenti di identità in corso di validità, in caso contrario potrà essere negato l'imbarco.

PRIMA DI PARTIRE

Prima della partenza verranno consegnati i relativi documenti di viaggio (voucher da presentare in hotel, eventuali biglietti nave, biglietti aereo, convocazione volo) e tutti i relativi documenti legati alla vostra prenotazione.

EVENTUALI CONVOCAZIONE VOLO

Prima della partenza vi verrà consegnato un documento denominato "convocazione volo" attestante l'orario di partenza e convocazione in aeroporto. È necessario presentarsi direttamente al check in del proprio volo che sarà visualizzato nei monitor in aeroporto.

DOCUMENTI

Vi invitiamo a controllare la validità dei documenti d'identità presso le autorità competenti, con particolare attenzione ai minori, ai cittadini stranieri e ai possessori di carta d'identità con timbro di proroga, essendosi verificati casi di respingimento alla frontiera. Dal 26 giugno 2012 i minori italiani che viaggiano devono essere muniti di documento di identità individuale. Pertanto, le iscrizioni nei passaporti dei genitori non sono più valide. Nel sito www.viaggiaresicuri.it le informazioni relative alla documentazione necessaria per l'ingresso ai paesi di destinazione sono costantemente aggiornate. Non sono previsti rimborsi per mancata partenza a causa di documenti scaduti o non validi. Per ogni informazione e/o aggiornamento in merito vi invitiamo a consultare il sito internet della Polizia di Stato www.poliziadistato.it

I VOLI

Gli orari dei voli ed i relativi percorsi sono del tutto indicativi poiché soggetti a variazione da parte delle compagnie aeree e delle autorità ministeriali e non costituiscono parte del contratto. SOLORESIDENCEINSARDEGNA non è responsabile di eventuali danni o maggiori spese che da ciò possano derivare. Tali variazioni possono riguardare, a seconda delle necessità, il tipo di aero- mobile e/o la compagnia aerea (rispettando sempre gli standard tecnico qualitativi imposti dall'autorità di controllo del traffico aereo), gli orari di partenza/ arrivo ed eventuali scali non previsti. Qualora si verifichino eventualità impreviste al momento della prenotazione, anche se indipendenti dalla nostra organizzazione, l'organizzatore si riserva la possibilità di raggruppare in un unico scalo le partenze previste da altri aeroporti italiani. Per la conferma definitiva degli orari dei voli si farà riferimento alla comunicazione inviata poco prima della partenza. Dopo tale data gli operativi comunicati possono in ogni caso variare senza preavviso. In questo caso sarà effettuato, nei limiti del possibile, qualsiasi sforzo per darne tempestiva comunicazione. I bambini fino a 2 anni non compiuti non hanno diritto al posto aereo. Servizio catering a bordo: varia in base alla compagnia aerea, alla tratta ed in alcuni casi è a pagamento. Generalmente vengono serviti uno snack e una bevanda analcolica. Alcune compagnie aeree richiedono un contributo per la coperta sui voli lungo raggio.

TASSE AEROPORTUALI E ALTRI ONERI CON VOLI ITC

Il forfait obbligatorio richiesto all'atto della prenotazione (infant esclusi) include Council tax, Prm tax, tasse aeroportuali ed inoltre la Carbon Tax e gli incrementi degli oneri aeroportuali italiani ed esteri.

BAGAGLIO SUI VOLI

È consentito imbarcare in stiva gratuitamente fino a 15 kg di bagaglio per persona sui voli di corto e medio raggio, 20 kg per persona per il lungo raggio. I supplementi applicati per le eccedenze della franchigia bagaglio, pagabili al check in, variano in base alla compagnia aerea. Per l'imbarco di oggetti ingombranti, ad esempio le attrezzature sportive, occorre richiedere l'autorizzazione al vettore che comunicherà il supplemento da corrispondere in aeroporto. Il bagaglio a mano, le cui limitazioni possono variare in base alla compagnia, è consentito generalmente fino a 5 kg per persona. Rimandiamo al sito www.enac-italia.it per le limitazioni in vigore nel trasporto dei liquidi.

TASSA DI SOGGIORNO

Reintrodotta nel 2011 con D. Lgs, prevede la facoltà per i comuni delle località turistiche o città d'arte di istituire una tassa di soggiorno a carico degli ospiti alloggiati nelle strutture alberghiere ed extra alberghiere del proprio territorio.

Pertanto, ove messa in vigore, dovrà essere obbligatoriamente pagata direttamente in loco all'arrivo secondo le modalità previste da ogni singolo comune. Per verificarne l'eventuale applicazione vi invitiamo a consultare il sito istituzionale del comune interessato.

ESCURSIONI

Vi ricordiamo che le escursioni, prenotabili in loco, sono escluse dal pacchetto turistico, organizzate dal fornitore locale che ne assume la totale responsabilità. Devono, inoltre, essere pagate in contanti in valuta locale e non con carta di credito. Raccomandiamo di acquistare le escursioni, o altri servizi in loco, solo da fornitori che rappresentino una regolare agenzia turistica, evitando coloro che vendono tali servizi sulla spiaggia o lungo le strade.

TUTELA AMBIENTALE

Vi esortiamo a rispettare la natura, allo scopo di mantenere e proteggere il patrimonio faunistico ed ambientale del paese che vi ospita. Indipendentemente dalla categoria dell'hotel prescelto la presenza di piccola fauna (insetti, etc.), soprattutto in alcune destinazioni, non è da attribuirsi a scarse condizioni igieniche, bensì al clima e all'ambiente naturale.

CLASSIFICAZIONE RESIDENCE

La classificazione in stelle riportata per i residence turistici è quella assegnata dagli organi ufficiali competenti delle singole regioni italiane. I criteri minimi per l'assegnazione della categoria ufficiale sono differenti da regione a regione, per cui le stelle sono un'indicazione univoca di comuni standard qualificativi. Le stelle, inoltre, in genere, vengono assegnate per la presenza o meno di determinati criteri minimi obbligatori e non per il livello qualitativo generale del complesso. Da segnalare, inoltre, che strutture aventi uguale classificazione ufficiale ma di tipologia differente (hotel tradizionali, villaggi turistici, residenze turistiche alberghiere), possono presentare prezzi, servizi e caratteristiche qualitative completamente differenti tra loro. La classificazione villaggio turistico presuppone infatti uno standard alberghiero più basso rispetto agli hotel e in alcuni casi propongono la formula hotel con sistemazione in appartamenti. I complessi gestiti in formula residence non sono soggetti ad alcun tipo di classificazione; nel caso di complessi che prevedono la formula hotel e la formula residence, le stelle indicanti la categoria della struttura si riferiscono solo alla formula hotel (salvo ove diversamente riportato). I complessi selezionati da SOLORESIDENCEINSARDEGNA tengono conto principalmente del rapporto della qualità dei servizi offerti e della posizione o località con il prezzo, in quanto la classificazione ufficiale, come sopra esposta, non può essere sempre fonte di garanzia.

ETÀ DEI BAMBINI

Le età finali si intendono per anni non compiuti al momento del soggiorno; è obbligatorio all'arrivo presentare documenti attestanti l'identità di tutti i componenti della prenotazione, inclusi i minori di qualsiasi età, ai sensi dell'art.109 del Testo Unico delle leggi di Pubblica Sicurezza; in mancanza l'Hotel applicherà lo sconto della fascia d'età superiore.

INFORMAZIONI UTILI APPARTAMENTI E RESIDENCE

I prezzi pubblicati sono per unità immobiliare, includono la locazione dei locali con i relativi servizi, mobili ed accessori sufficienti per una normale abitabilità. Le quote non includono il costo di eventuali letti aggiunti, i servizi di pulizia ed il noleggio biancheria non previsti, la biancheria da tavola e cucina, i consumi di energia elettrica, acqua e gas, gli eventuali danni arrecati, le mance, gli extra in genere, l'uso delle attrezzature sportive e tutto quanto non espressamente indicato come incluso o gratuito. Da pagare in loco: generalmente il pagamento obbligatorio dei costi accessori (consumi energetici, biancheria e pulizia) viene richiesto all'arrivo prima dell'assegnazione della sistemazione; di norma la pulizia finale non include la pulizia dell'angolo cottura e delle relative posate e stoviglie, che deve essere a cura dell'ospite; la mancata pulizia dell'angolo cottura da parte dell'ospite prevede un addebito che viene trattenuto dalla cauzione. Cauzione: all'arrivo deve essere versata una cauzione richiesta dalla Direzione del Complesso che verrà restituita alla partenza se non verranno constatati danni; l'ammontare della cauzione è indicato in calce ad ogni tabella prezzi, è sempre obbligatoria e deve intendersi per appartamento.

INIZIO E TERMINE DEL SOGGIORNO

Di norma, salvo ove diversamente specificato, negli alberghi l'arrivo è previsto dopo le ore 15.00 e la partenza entro le ore 09.00; nei residence l'arrivo è previsto dopo le ore 17.00 e la partenza entro le ore 10.00. Ogni Complesso ha in ogni caso un regolamento interno a cui attenersi e gli orari precisi verranno riportati sul foglio notizie accluso ai documenti di viaggio. In ogni caso non può essere pretesa la consegna della camera/appartamento prima degli orari indicati, in quanto in molti casi lo stesso è occupato da altri clienti in partenza e deve essere preparato per i nuovi clienti in arrivo. Se per qualsiasi motivo invece non fosse possibile raggiungere il Complesso per il giorno di arrivo riportato sulla prenotazione o l'orario dell'arrivo si discostasse dagli orari di apertura degli uffici, è raccomandabile comunicarlo direttamente al Complesso stesso, affinché venga mantenuta la disponibilità della sistemazione prenotata.

ANIMALI

È specificato in calce alle tabelle se gli animali sono o non sono ammessi nel Complesso: se ammessi è necessario segnalare la presenza all'atto della prenotazione in modo tale da poter beneficiare di una sistemazione appropriata. Nel caso sia richiesto un supplemento, questo è specificato ed è sempre da pagarsi in loco insieme ai pasti eventuali che non sono mai inclusi. Vi ricordiamo che gli animali non possono accedere ai locali ed agli spazi comuni interni al Complesso (hall, ristorante, piscina, giardini, etc.).

ATTIVITA' E SERVIZI

Per ogni attività vengono elencate nella descrizione le attrezzature ed i servizi disponibili, che possono essere, secondo quanto specificato, incluso nelle quote o nella Tessera club o a pagamento. Nei periodi di bassa stagione alcuni servizi ed attività potrebbero non essere attivati quando le condizioni climatiche o il numero di presenze non ne giustificherebbero il funzionamento, o cause di forze maggiore (guasti improvvisi). Il funzionamento di eventuali servizi esterni ai Complessi è a discrezione dei gestori dei singoli servizi. SOLORESIDENCEINSARDEGNA non ne garantisce la operatività e non risponderà di alcun problema o disservizio concernente detti servizi.

TESSERA CLUB

In alcuni Complessi è richiesto obbligatoriamente all'arrivo il pagamento di una "Tessera Club" o similare che permette di usufruire delle attività indicate nel testo descrittivo. Nei periodi nei quali non è richiesto il pagamento della Tessera Club, i relativi servizi non sono di norma funzionanti.

PARCHEGGIO

Ove non diversamente specificato, il parcheggio non è custodito e può essere a pagamento. La Direzione di ogni singola struttura non è responsabile di eventuali danni o furti arrecati agli autoveicoli.

ACQUA

In molte località l'acqua erogata non è potabile. In caso di siccità, l'acqua potrebbe essere razionata così come per cause di forza maggiore inerenti all'acquedotto.

PERIODO D'APERTURA E CHIUSURA DELLE STRUTTURE

Le date di apertura e chiusura delle strutture pubblicate sul sito potranno essere modificate concordemente alle esigenze organizzative di ciascuna struttura

DESCRIZIONI

Tutte le informazioni riportate sono fornite e sottoscritte per conferma dalle Direzioni dei Complessi. La disposizione dei letti nelle camere e negli appartamenti è indicativa ed è redatta in base alle tipologie più ricorrenti della struttura; sono pertanto possibili variazioni nelle sistemazioni. Vi ricordiamo altresì che per legge, gli appartamenti e le camere non possono essere occupati da un numero di persone superiore a quello dichiarato al momento della prenotazione. Non verrà consegnato l'alloggio a chi non si attiene a questa norma. L'aria condizionata può essere inclusa nelle quote o da pagare a parte (come specificato nella singola struttura), può essere inoltre centralizzata ed azionata ad orari fissi a discrezione della direzione della struttura. Le consumazioni dal frigobar in camera, ove presente, sono sempre extra e da pagare in loco.

SEGNALAZIONI

L'assegnazione degli appartamenti è ad esclusiva discrezione della Direzione dei Complessi; le preferenze espresse dai clienti in merito a dislocazioni di appartamenti o sistemazione letti, vengono trasmesse alle singole strutture in qualità di segnalazioni e non costituiscono alcuna garanzia di conferma.

OFFERTE SPECIALI

Salvo ove diversamente specificato le offerte speciali non sono cumulabili fra loro e nella base di calcolo delle offerte non possono essere incluse eventuali spese di viaggio e supplementi da pagare in loco. Per soggiorni con periodi a cavallo di differenti stagionalità lo sconto sarà applicato sul periodo a tariffa più bassa. Salvo ove diversamente specificato le offerte speciali sono valide per il numero minimo di notti indicate in tabella nel periodo di riferimento.

DISSERVIZI, RECLAMI E CONTESTAZIONI

Soloresidenceinsardegna risponde solo di quanto espressamente indicato nel proprio sito internet fatte salve eventuali variazioni o "Errate Corrige" che Soloresidenceinsardegna comunicherà all'atto della prenotazione. In ogni caso Soloresidenceinsardegna.it non risponde di imprecisioni o inesattezze circa le informazioni riportate sui testi descrittivi dovute ad eventi che non poteva prevedere. Qualsiasi disservizio o disagio riscontrato nel corso della vacanza dovrà essere comunicato all'atto stesso del suo verificarsi alla direzione della struttura e al nostro servizio di assistenza (laddove previsto) o al nostro personale in sede al fine di porvi rimedio nel più breve tempo possibile. Come precisato nelle Condizioni generali, la nostra organizzazione prenderà in considerazione solo quelle lamentele pervenute durante il soggiorno e segnalate immediatamente alla Direzione del Complesso ed ai nostri uffici (i numeri di telefono vi verranno forniti unitamente ai documenti di viaggio), nonché quelle pervenute all'agente di viaggio ed a SOLORESIDENCEINSARDEGNA entro il termine di decadenza di 7 giorni lavorativi dalla data di fine soggiorno. Non è possibile modificare in nessun modo il soggiorno senza preventiva comunicazione a SOLORESIDENCEINSARDEGNA. Nei casi di interruzione del soggiorno nessun rimborso verrà riconosciuto se non preventivamente autorizzato dalla Direzione della struttura tramite dichiarazione scritta che dovrà essere richiesta in loco dal cliente, e fatta pervenire ad SOLORESIDENCEINSARDEGNA .


Normativa Precontrattuale Direttiva UE 2015/2302

Gentile Cliente, nel rispetto di quanto previsto dall'art. 34 del D. Lgs. n. 62/2018, Ti informiamo che a seguire potrai visionare il modulo informativo contenente le informazioni che verranno fornite al viaggiatore, in maniera chiara, semplice e precisa, prima della conclusione del contratto di pacchetto turistico o di un'offerta corrispondente per la destinazione prescelta. Per qualsiasi ulteriore Tua necessità o chiarimento, non esitare a contattarci ai recapiti 351 7169181, ovvero all'indirizzo e-mail info@soloresidenceinsardegna.it .

Allegato A

Parte I

Modulo informativo standard per contratti di pacchetto turistico ove sia possibile l'uso di collegamenti ipertestuali (hyperlink)

La combinazione di servizi turistici che vi viene proposta è un pacchetto ai sensi della direttiva (UE) 2015/2302. Pertanto, beneficerete di tutti i diritti dell'UE che si applicano ai pacchetti.

La LIBERIS SRL , Società di diritto italiano che opera con marchio SOLORESIDENCEINSARDEGNA - Sede Legale ed operativa: Via Antica, 11 San Benedetto Val Di Sambro (Bo) - sarà pienamente responsabile della corretta esecuzione del pacchetto nel suo insieme. Inoltre, come previsto dalla legge, dispone di una protezione per rimborsare i vostri pagamenti e, se il trasporto è incluso nel pacchetto, garantire il vostro rimpatrio nel caso in cui diventi insolvente.

Seguendo l'hyperlink il viaggiatore riceverà le seguenti informazioni:

Diritti fondamentali ai sensi della direttiva (UE) 2015/2302

1. I viaggiatori riceveranno tutte le informazioni essenziali sul pacchetto prima della conclusione del contratto di pacchetto turistico.

2. Vi è sempre almeno un professionista responsabile della corretta esecuzione di tutti i servizi turistici inclusi nel contratto.

3. Ai viaggiatori viene comunicato un numero telefonico di emergenza o i dati di un punto di contatto attraverso cui raggiungere l'organizzatore o l'agente di viaggio.

4. I viaggiatori possono trasferire il pacchetto ad un'altra persona, previo ragionevole preavviso ed eventualmente dietro pagamento di costi aggiuntivi.

5. Il prezzo del pacchetto può essere aumentato solo se aumentano i costi specifici (per esempio, i prezzi del carburante) e se espressamente previsto nel contratto e, comunque, non oltre 20 giorni dall'inizio del pacchetto. Se l'aumento del prezzo è superiore all'8% del prezzo del pacchetto, il viaggiatore può risolvere il contratto. Se l'organizzatore si riserva il diritto di aumentare il prezzo, il viaggiatore ha diritto a una riduzione di prezzo se vi è una diminuzione dei costi pertinenti.

6. I viaggiatori possono risolvere il contratto senza corrispondere spese di risoluzione e ottenere il rimborso integrale dei pagamenti se uno qualsiasi degli elementi essenziali del pacchetto, diverso dal prezzo, è cambiato in modo sostanziale. Se, prima dell'inizio del pacchetto, il professionista responsabile del pacchetto annulla lo stesso, i viaggiatori hanno la facoltà di ottenere il rimborso e, se del caso, un indennizzo.

7. I viaggiatori possono, in circostanze eccezionali, risolvere il contratto senza corrispondere spese di risoluzione prima dell'inizio del pacchetto, ad esempio se sussistono seri problemi di sicurezza nel luogo di destinazione che possono pregiudicare il pacchetto. - Inoltre, i viaggiatori possono in qualunque momento, prima dell'inizio del pacchetto, risolvere il contratto dietro pagamento di adeguate e giustificabili spese di risoluzione.

8. Se, dopo l'inizio del pacchetto, elementi sostanziali dello stesso non possono essere forniti secondo quanto pattuito, dovranno essere offerte al viaggiatore idonee soluzioni alternative, senza supplemento di prezzo. I viaggiatori possono risolvere il contratto, senza corrispondere spese di risoluzione, qualora i servizi non siano eseguiti secondo quanto pattuito e questo incida in misura significativa sull'esecuzione del pacchetto e l'organizzatore non abbia posto rimedio al problema.

9. I viaggiatori hanno altresì diritto a una riduzione di prezzo e/o al risarcimento per danni in caso di mancata o non conforme esecuzione dei servizi turistici.

10. L'organizzatore è tenuto a prestare assistenza qualora il viaggiatore si trovi in difficoltà.

11. Se l'organizzatore o, in alcuni Stati membri, il venditore diventa insolvente, i pagamenti saranno rimborsati. Se l'organizzatore o, se del caso, il venditore diventa insolvente dopo l'inizio del pacchetto e se nello stesso è incluso il trasporto, il rimpatrio dei viaggiatori è garantito.

Direttiva (UE) 2015/2302, recepita nella legislazione nazionale.

Testo integrale

Fonte GAZZETTA UFFICIALE

https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2018/06/06/18G00086/sg

DECRETO LEGISLATIVO 21 maggio 2018, n. 62

Attuazione della direttiva (UE) 2015/2302 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 25 novembre 2015, relativa ai pacchetti turistici e ai servizi turistici collegati, che modifica il regolamento (CE) n. 2006/2004 e la direttiva 2011/83/UE del Parlamento europeo e del Consiglio e che abroga la direttiva 90/314/CEE del Consiglio. (18G00086) (GU Serie Generale n.129 del 06-06-2018)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 01/07/2018

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Visti gli articoli 76 e 87 della Costituzione; Vista la legge 24 dicembre 2012, n. 234, recante norme generali sulla partecipazione dell'Italia alla formazione e all'attuazione della normativa e delle politiche dell'Unione europea; Vista la legge 25 ottobre 2017, n. 163, recante delega al Governo per il recepimento delle direttive europee e l'attuazione di altri atti dell'Unione europea - Legge di delegazione europea 2016-2017 e, in particolare, l'allegato A, punto 2); Vista la direttiva (UE) 2015/2302 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 25 novembre 2015, relativa ai pacchetti turistici e ai servizi turistici collegati, che modifica il regolamento (CE) n. 2006/2004 e la direttiva 2011/83/UE del Parlamento europeo e del Consiglio e che abroga la direttiva 90/314/CEE del Consiglio; Visto il regolamento (CE) n. 261/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio, dell'11 febbraio 2004, che istituisce regole comuni in materia di compensazione ed assistenza ai passeggeri in caso di negato imbarco, di cancellazione del volo o di ritardo prolungato e che abroga il regolamento (CEE) n. 295/91; Visto il regolamento (CE) n. 1107/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 5 luglio 2006, relativo ai diritti delle persone con disabilità e delle persone a mobilità ridotta nel trasporto aereo; Visto il regolamento (CE) n. 1371/2007 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 23 ottobre 2007, relativo ai diritti e agli obblighi dei passeggeri nel trasporto ferroviario; Visto il regolamento (CE) n. 392/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 23 aprile 2009, relativo alla responsabilità dei vettori che trasportano passeggeri via mare in caso di incidente (Testo rilevante ai fini del SEE); Visto il regolamento (UE) n. 1177/2010 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 24 novembre 2010, relativo ai diritti dei passeggeri che viaggiano via mare e per vie navigabili interne e che modifica il regolamento (CE) n. 2006/2004 (Testo rilevante ai fini del SEE); Visto il regolamento (UE) n. 181/2011 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 febbraio 2011, relativo ai diritti dei passeggeri nel trasporto effettuato con autobus e che modifica il regolamento (CE) n. 2006/2004 (Testo rilevante ai fini del SEE); Visto il regolamento (UE) n. 524/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 21 maggio 2013, relativo alla risoluzione delle controversie online dei consumatori e che modifica il regolamento (CE) n. 2006/2004 e la direttiva 2009/22/CE (regolamento sull'ODR per i consumatori); Vista la legge 23 agosto 1988, n. 400, e successive modificazioni, recante disciplina dell'attività di Governo e ordinamento della Presidenza del Consiglio dei ministri e, in particolare, l'articolo 14; Vista la legge 10 ottobre 1990, n. 287, e successive modificazioni, recante norme per la tutela della concorrenza e del mercato; Vista la legge 7 agosto 1990, n. 241, e successive modificazioni, recante nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi; Visto il decreto legislativo 6 settembre 2005, n. 206, e successive modificazioni, recante codice del consumo, a norma dell'articolo 7 della legge 29 luglio 2003, n. 229; Visto il decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209, e successive modificazioni, recante Codice delle assicurazioni private; Visto il decreto legislativo 26 marzo 2010, n. 59, e successive modificazioni, recante attuazione della direttiva 2006/123/CE relativa ai servizi nel mercato interno; Visto l'Allegato 1 al decreto legislativo 23 maggio 2011, n. 79, e successive modificazioni, recante codice della normativa statale in tema di ordinamento e mercato del turismo, a norma dell'articolo 14 della legge 28 novembre 2005, n. 246, nonché' attuazione della direttiva 2008/122/CE, relativa ai contratti di multiproprietà, contratti relativi ai prodotti per le vacanze di lungo termine, contratti di rivendita e di scambio; Visto il decreto legislativo 16 gennaio 2013, n. 2, recante modifiche ed integrazioni ai decreti legislativi 18 aprile 2011, n. 59, e 21 novembre 2005, n. 286, nonché' attuazione della direttiva 2011/94/UE recante modifiche della direttiva 2006/126/CE, concernente la patente di guida; Visto il decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti 28 aprile 2008, recante recepimento della direttiva 2007/46/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 5 settembre 2007, relativa all'omologazione dei veicoli a motore e dei loro rimorchi, nonché' dei sistemi, componenti ed entità tecniche destinati a tali veicoli, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 162 del 12 luglio 2008; Visto il decreto legislativo 20 ottobre 1998, n. 368, e successive modificazioni, relativo all'istituzione del Ministero per i beni e le attività culturali, a norma dell'articolo 11 della legge 15 marzo 1997, n. 59; Vista la legge 24 giugno 2013, n. 71, recante conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 26 aprile 2013, n. 43, recante disposizioni urgenti per il rilancio dell'area industriale di Piombino, di contrasto ad emergenze ambientali, in favore delle zone terremotate del maggio 2012 e per accelerare la ricostruzione in Abruzzo e la realizzazione degli interventi per Expo 2015. Trasferimento di funzioni in materia di turismo e disposizioni sulla composizione del CIPE e, in particolare, l'articolo 1, comma 2, con il quale sono trasferite al Ministero per i beni e le attività culturali le funzioni esercitate dalla Presidenza del Consiglio dei ministri in materia di turismo; Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 29 agosto 2014, n. 171, e successive modificazioni, recante regolamento di organizzazione del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, degli uffici della diretta collaborazione del Ministro e dell'Organismo indipendente di valutazione della performance, a norma dell'articolo 16, comma 4, del decreto-legge 24 aprile 2014, n. 66, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 giugno 2014, n. 89; Vista la preliminare deliberazione del Consiglio dei ministri, adottata nella riunione dell'8 febbraio 2018; Acquisito il parere dell'Autorità garante della concorrenza e del mercato di cui alla legge 10 ottobre 1990, n. 287, reso il 21 marzo 2018; Acquisito il parere della Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano ai sensi del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, reso il 19 aprile 2018; Acquisiti i pareri delle Commissioni speciali della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica, istituite ai sensi dell'articolo 22, comma 2, del Regolamento della Camera e dell'articolo 24 del Regolamento del Senato, resi in data 8 maggio 2018; Vista la deliberazione del Consiglio dei ministri, adottata nella riunione del 16 maggio 2018; Sulla proposta del Presidente del Consiglio dei ministri e del Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, di concerto con i Ministri degli affari esteri e della cooperazione internazionale, della giustizia, dello sviluppo economico e dell'economia e delle finanze; Emana il seguente decreto legislativo: Art. 1 Modifiche all'Allegato 1 al decreto legislativo 23 maggio 2011, n. 79 1. Il Capo I del Titolo VI dell'Allegato 1 al decreto legislativo 23 maggio 2011, n. 79, è sostituito dal seguente: «Capo I Contratti del turismo organizzato Sezione I Pacchetti turistici e servizi turistici collegati Art. 32 (Ambito di applicazione). - 1. Le disposizioni del presente Capo si applicano ai pacchetti offerti in vendita o venduti da professionisti a viaggiatori e ai servizi turistici collegati la cui offerta o vendita a viaggiatori è agevolata da professionisti. 2. Le disposizioni del presente Capo non si applicano a: a) pacchetti e servizi turistici collegati la cui durata sia inferiore alle 24 ore, salvo che sia incluso un pernottamento; b) pacchetti e servizi turistici collegati la cui offerta o vendita a viaggiatori è agevolata dalle associazioni di cui all'articolo 5, laddove agiscano occasionalmente, comunque non più di due volte l'anno, senza fini di lucro e soltanto a un gruppo limitato di viaggiatori, senza offerta al pubblico; le predette associazioni sono comunque tenute a fornire a professionisti e viaggiatori informazioni adeguate sul fatto che tali pacchetti o servizi turistici collegati non sono soggetti alla presente disciplina; c) pacchetti e servizi turistici collegati acquistati nell'ambito di un accordo generale per l'organizzazione di viaggi di natura professionale concluso tra un professionista e un'altra persona fisica o giuridica che agisce nell'ambito della propria attività commerciale, imprenditoriale, artigianale o professionale. 3. Per quanto non previsto dal presente Capo, si applicano le disposizioni del codice del consumo di cui al decreto legislativo 6 settembre 2005, n. 206. Art. 33 (Definizioni). - 1. Ai fini del presente Capo s'intende per: a) "servizio turistico": 1) il trasporto di passeggeri; 2) l'alloggio che non costituisce parte integrante del trasporto di passeggeri e non è destinato a fini residenziali, o per corsi di lingua di lungo periodo; 3) il noleggio di auto, di altri veicoli a motore ai sensi del decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti 28 aprile 2008, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 162 del 12 luglio 2008, o di motocicli che richiedono una patente di guida di categoria A, a norma del decreto legislativo 16 gennaio 2013, n. 2; 4) qualunque altro servizio turistico che non costituisce parte integrante di uno dei servizi turistici di cui ai numeri 1), 2) o 3), e non sia un servizio finanziario o assicurativo; b) "servizio turistico integrativo": servizi accessori quali, tra gli altri, il trasporto del bagaglio fornito nell'ambito del trasporto dei passeggeri; l'uso di parcheggi a pagamento nell'ambito delle stazioni o degli aeroporti; il trasporto passeggeri su brevi distanze in occasione di visite guidate o i trasferimenti tra una struttura ricettiva e una stazione di viaggio con altri mezzi; l'organizzazione di attività di intrattenimento o sportive; la fornitura di pasti, di bevande e la pulizia forniti nell'ambito dell'alloggio; la fruizione di biciclette, sci e altre dotazioni della struttura ricettiva ovvero l'accesso a strutture in loco, quali piscine, spiagge, palestre, saune, centri benessere o termali, incluso per i clienti dell'albergo; qualunque altro servizio integrativo tipico anche secondo la prassi locale; c) "pacchetto": la combinazione di almeno due tipi diversi di servizi turistici ai fini dello stesso viaggio o della stessa vacanza, se si verifica almeno una delle seguenti condizioni: 1) tali servizi sono combinati da un unico professionista, anche su richiesta del viaggiatore o conformemente a una sua selezione, prima che sia concluso un contratto unico per tutti i servizi; 2) tali servizi, anche se conclusi con contratti distinti con singoli fornitori di servizi turistici, sono: 2.1) acquistati presso un unico punto vendita e selezionati prima che il viaggiatore acconsenta al pagamento; 2.2) offerti, venduti o fatturati a un prezzo forfettario o globale; 2.3) pubblicizzati o venduti sotto la denominazione "pacchetto" o denominazione analoga; 2.4) combinati dopo la conclusione di un contratto con cui il professionista consente al viaggiatore di scegliere tra una selezione di tipi diversi di servizi turistici, oppure acquistati presso professionisti distinti attraverso processi collegati di prenotazione per via telematica ove il nome del viaggiatore, gli estremi del pagamento e l'indirizzo di posta elettronica siano trasmessi dal professionista con cui è concluso il primo contratto a uno o più professionisti e il contratto con quest'ultimo o questi ultimi professionisti sia concluso al più tardi 24 ore dopo la conferma della prenotazione del primo servizio turistico; d) "contratto di pacchetto turistico": il contratto relativo all'intero pacchetto oppure, se il pacchetto è fornito in base a contratti distinti, l'insieme dei contratti riguardanti i servizi turistici inclusi nel pacchetto; e) "inizio del pacchetto": l'inizio dell'esecuzione dei servizi turistici inclusi nel pacchetto; f) "servizio turistico collegato": almeno due tipi diversi di servizi turistici acquistati ai fini dello stesso viaggio o della stessa vacanza, che non costituiscono un pacchetto, e che comportano la conclusione di contratti distinti con i singoli fornitori di servizi turistici, se un professionista agevola, alternativamente: 1) al momento di un'unica visita o un unico contatto con il proprio punto vendita, la selezione distinta e il pagamento distinto di ogni servizio turistico da parte dei viaggiatori; 2) l'acquisto mirato di almeno un servizio turistico aggiuntivo presso un altro professionista quando tale acquisto è concluso entro le 24 ore dalla conferma della prenotazione del primo servizio turistico; g) "viaggiatore": chiunque intende concludere un contratto, stipula un contratto o è autorizzato a viaggiare in base a un contratto concluso, nell'ambito di applicazione del presente Capo; h) "professionista": qualsiasi persona fisica o giuridica pubblica o privata che, nell'ambito della sua attività commerciale, industriale, artigianale o professionale agisce, nei contratti oggetto del presente Capo, anche tramite altra persona che opera in suo nome o per suo conto, in veste di organizzatore, venditore, professionista che agevola servizi turistici collegati o di fornitore di servizi turistici, ai sensi della normativa vigente; i) "organizzatore": un professionista che combina pacchetti e li vende o li offre in vendita direttamente o tramite o unitamente a un altro professionista, oppure il professionista che trasmette i dati relativi al viaggiatore a un altro professionista conformemente alla lettera c), numero 2.4); l) "venditore": il professionista diverso dall'organizzatore che vende o offre in vendita pacchetti combinati da un organizzatore; m) "stabilimento": lo stabilimento definito dall'articolo 8, comma 1, lettera e), del decreto legislativo 26 marzo 2010, n. 59; n) "supporto durevole": ogni strumento che permette al viaggiatore o al professionista di conservare le informazioni che gli sono personalmente indirizzate in modo da potervi accedere in futuro per un periodo di tempo adeguato alle finalità cui esse sono destinate e che consente la riproduzione identica delle informazioni memorizzate; o) "circostanze inevitabili e straordinarie": una situazione fuori dal controllo della parte che invoca una tale situazione e le cui conseguenze non sarebbero state evitate nemmeno adottando tutte le ragionevoli misure; p) "difetto di conformità": un inadempimento dei servizi turistici inclusi in un pacchetto; q) "minore": persona di età inferiore ai 18 anni; r) "punto vendita": qualsiasi locale, mobile o immobile, adibito alla vendita al dettaglio o sito web di vendita al dettaglio o analogo strumento di vendita online, anche nel caso in cui siti web di vendita al dettaglio o strumenti di vendita online sono presentati ai viaggiatori come un unico strumento, compreso il servizio telefonico; s) "rientro": il ritorno del viaggiatore al luogo di partenza o ad altro luogo concordato dalle parti contraenti. 2. Non è un pacchetto turistico una combinazione di servizi turistici in cui sono presenti uno dei tipi di servizi turistici di cui al comma 1, lettera a), numeri 1), 2) o 3), combinati con uno o più dei servizi turistici di cui al comma 1, lettera a), numero 4), se tali ultimi servizi non rappresentano una parte pari o superiore al 25 per cento del valore della combinazione e non sono pubblicizzati, ne' rappresentano altrimenti un elemento essenziale della combinazione, oppure sono selezionati e acquistati solo dopo l'inizio dell'esecuzione di un servizio turistico di cui al comma 1, lettera a), numeri 1), 2) o 3). 3. La fatturazione separata degli elementi di uno stesso pacchetto di cui al comma 1, lettera b), non sottrae l'organizzatore o il venditore agli obblighi del presente Capo. 4. Non costituisce un servizio turistico collegato l'acquisto di uno dei tipi di servizi turistici di cui al comma 1, lettera a), numeri 1), 2) o 3), con uno o più dei servizi turistici di cui al comma 1, lettera a), numero 4), se questi ultimi servizi non rappresentano una porzione significativa pari o superiore al 25 per cento del valore combinato dei servizi e non sono pubblicizzati come un elemento essenziale del viaggio o della vacanza e non ne costituiscono, comunque, un elemento essenziale. Sezione II Obblighi di informazione e contenuto del contratto di pacchetto turistico Art. 34 (Informazioni precontrattuali). - 1. Prima della conclusione del contratto di pacchetto turistico o di un'offerta corrispondente, l'organizzatore e, nel caso in cui il pacchetto sia venduto tramite un venditore, anche quest'ultimo, forniscono al viaggiatore il pertinente modulo informativo standard di cui all'allegato A, parte I o parte II, al presente codice, nonché' le seguenti informazioni: a) le caratteristiche principali dei servizi turistici, quali: 1) la destinazione o le destinazioni del viaggio, l'itinerario e i periodi di soggiorno con relative date e, se è incluso l'alloggio, il numero di notti comprese; 2) i mezzi, le caratteristiche e le categorie di trasporto, i luoghi, le date e gli orari di partenza e ritorno, la durata e la località di sosta intermedia e le coincidenze; nel caso in cui l'orario esatto non sia ancora stabilito, l'organizzatore e, se del caso, il venditore, informano il viaggiatore dell'orario approssimativo di partenza e ritorno; 3) l'ubicazione, le caratteristiche principali e, ove prevista, la categoria turistica dell'alloggio ai sensi della regolamentazione del paese di destinazione; 4) i pasti forniti; 5) le visite, le escursioni o altri servizi inclusi nel prezzo totale pattuito del pacchetto; 6) i servizi turistici prestati al viaggiatore in quanto membro di un gruppo e, in tal caso, le dimensioni approssimative del gruppo; 7) la lingua in cui sono prestati i servizi; 8) se il viaggio o la vacanza sono idonei a persone a mobilità ridotta e, su richiesta del viaggiatore, informazioni precise sull'idoneità del viaggio o della vacanza che tenga conto delle esigenze del viaggiatore; b) la denominazione commerciale e l'indirizzo geografico dell'organizzatore e, ove presente, del venditore, i loro recapiti telefonici e indirizzi di posta elettronica; c) il prezzo totale del pacchetto comprensivo di tasse e tutti i diritti, imposte e altri costi aggiuntivi, ivi comprese le eventuali spese amministrative e di gestione delle pratiche, oppure, ove questi non siano ragionevolmente calcolabili prima della conclusione del contratto, un'indicazione del tipo di costi aggiuntivi che il viaggiatore potrebbe dover ancora sostenere; d) le modalità di pagamento, compresi l'eventuale importo o percentuale del prezzo da versare a titolo di acconto e il calendario per il versamento del saldo, o le garanzie finanziarie che il viaggiatore è tenuto a pagare o fornire; e) il numero minimo di persone richiesto per il pacchetto e il termine di cui all'articolo 41, comma 5, lettera a), prima dell'inizio del pacchetto per l'eventuale risoluzione del contratto in caso di mancato raggiungimento del numero; f) le informazioni di carattere generale concernenti le condizioni in materia di passaporto e visti, compresi i tempi approssimativi per l'ottenimento dei visti e le formalità sanitarie del paese di destinazione; g) le informazioni sulla facoltà per il viaggiatore di recedere dal contratto in qualunque momento prima dell'inizio del pacchetto dietro pagamento di adeguate spese di recesso, o, se previste, delle spese di recesso standard richieste dall'organizzatore ai sensi dell'articolo 41, comma 1; h) le informazioni sulla sottoscrizione facoltativa o obbligatoria di un'assicurazione che copra le spese di recesso unilaterale dal contratto da parte del viaggiatore o le spese di assistenza, compreso il rientro, in caso di infortunio, malattia o decesso; i) gli estremi della copertura di cui all'articolo 47, commi 1, 2 e 3. 2. Per i contratti di pacchetto turistico di cui all'articolo 33, comma 1, lettera d), stipulati per telefono, l'organizzatore o il professionista fornisce al viaggiatore le informazioni standard di cui all'allegato A, parte II, al presente decreto, e le informazioni di cui al comma 1. 3. Con riferimento ai pacchetti acquistati presso professionisti distinti di cui all'articolo 33, comma 1, lettera c), numero 2.4), l'organizzatore e il professionista a cui sono trasmessi i dati garantiscono che ciascuno di essi fornisca, prima che il viaggiatore sia vincolato da un contratto o da un'offerta corrispondente, le informazioni elencate al comma 1, nella misura in cui esse sono pertinenti ai rispettivi servizi turistici offerti. Contemporaneamente, l'organizzatore fornisce inoltre le informazioni standard del modulo di cui all'allegato A, parte III, al presente codice. 4. Le informazioni di cui ai commi 1, 2 e 3 sono fornite in modo chiaro e preciso e, ove sono fornite per iscritto, devono essere leggibili. Art. 35 (Carattere vincolante delle informazioni precontrattuali e conclusione del contratto di pacchetto turistico). - 1. Le informazioni fornite al viaggiatore ai sensi dell'articolo 34, comma 1, lettere a), c), d), e) e g), formano parte integrante del contratto di pacchetto turistico e non possono essere modificate salvo accordo esplicito delle parti contraenti. 2. L'organizzatore e il venditore comunicano al viaggiatore tutte le modifiche delle informazioni precontrattuali in modo chiaro ed evidente prima della conclusione del contratto di pacchetto turistico. 3. Se l'organizzatore e il venditore non hanno ottemperato agli obblighi in materia di informazione sulle imposte, sui diritti o su altri costi aggiuntivi di cui all'articolo 34, comma 1, lettera c), prima della conclusione del contratto di pacchetto turistico, il viaggiatore non e' tenuto al pagamento di tali costi. Art. 36 (Contenuto del contratto di pacchetto turistico e documenti da fornire prima dell'inizio del pacchetto). - 1. I contratti di pacchetto turistico sono formulati in un linguaggio semplice e chiaro e, ove in forma scritta, leggibile. 2. Al momento della conclusione del contratto di pacchetto turistico o, comunque, appena possibile, l'organizzatore o il venditore, fornisce al viaggiatore una copia o una conferma del contratto su un supporto durevole. 3. Il viaggiatore ha diritto a una copia cartacea qualora il contratto di pacchetto turistico sia stato stipulato alla contemporanea presenza fisica delle parti. 4. Per quanto riguarda i contratti negoziati fuori dei locali commerciali, definiti all'articolo 45, comma 1, lettera h), del decreto legislativo 6 settembre 2005, n. 206, una copia o la conferma del contratto di pacchetto turistico è fornita al viaggiatore su carta o, se il viaggiatore acconsente, su un altro supporto durevole. 5. Il contratto di pacchetto turistico o la sua conferma riportano l'intero contenuto dell'accordo che contiene tutte le informazioni di cui all'articolo 34, comma 1, nonché' le seguenti: a) le richieste specifiche del viaggiatore accettate dall'organizzatore; b) una dichiarazione attestante che l'organizzatore è responsabile dell'esatta esecuzione di tutti i servizi turistici inclusi nel contratto ai sensi dell'articolo 42 ed è tenuto a prestare assistenza qualora il viaggiatore si trovi in difficoltà ai sensi dell'articolo 45; c) il nome e i recapiti, compreso l'indirizzo geografico, del soggetto incaricato della protezione in caso d'insolvenza; d) il nome, l'indirizzo, il numero di telefono, l'indirizzo di posta elettronica e, se presente, il numero di fax del rappresentante locale dell'organizzatore, di un punto di contatto o di un altro servizio che consenta al viaggiatore di comunicare rapidamente ed efficacemente con l'organizzatore per chiedere assistenza o per rivolgere eventuali reclami relativi a difetti di conformità riscontrati durante l'esecuzione del pacchetto; e) il fatto che il viaggiatore sia tenuto a comunicare, senza ritardo, eventuali difetti di conformità rilevati durante l'esecuzione del pacchetto ai sensi dell'articolo 42, comma 2; f) nel caso di minori, non accompagnati da un genitore o altra persona autorizzata, che viaggiano in base a un contratto di pacchetto turistico che include l'alloggio, le informazioni che consentono di stabilire un contatto diretto con il minore o il responsabile del minore nel suo luogo di soggiorno; g) informazioni riguardo alle esistenti procedure di trattamento dei reclami e ai meccanismi di risoluzione alternativa delle controversie (ADR - Alternative Dispute Resolution), ai sensi del decreto legislativo 6 settembre 2005, n. 206 e, se presente, all'organismo ADR da cui il professionista è disciplinato e alla piattaforma di risoluzione delle controversie online ai sensi del regolamento (UE) n. 524/2013; h) informazioni sul diritto del viaggiatore di cedere il contratto a un altro viaggiatore ai sensi dell'articolo 38. 6. Con riferimento ai pacchetti acquistati presso professionisti distinti di cui all'articolo 33, comma 1, lettera b), numero 2.4), il professionista a cui i dati sono trasmessi informa l'organizzatore della conclusione del contratto che porterà alla creazione di un pacchetto e fornisce all'organizzatore le informazioni necessarie ad adempiere ai suoi obblighi. L'organizzatore fornisce tempestivamente al viaggiatore le informazioni di cui al comma 5 su un supporto durevole. 7. Le informazioni di cui ai commi 5 e 6 sono presentate in modo chiaro e preciso. 8. In tempo utile prima dell'inizio del pacchetto, l'organizzatore fornisce al viaggiatore le ricevute, i buoni e i biglietti necessari, le informazioni sull'orario della partenza previsto e il termine ultimo per l'accettazione, nonché' gli orari delle soste intermedie, delle coincidenze e dell'arrivo. Art. 37 (Onere della prova e divieto di fornire informazioni ingannevoli). - 1. L'onere della prova relativo all'adempimento degli obblighi di informazione di cui alla presente sezione è a carico del professionista. 2. E' fatto comunque divieto di fornire informazioni ingannevoli sulle modalità del servizio offerto, sul prezzo e sugli altri elementi del contratto qualunque sia il mezzo mediante il quale dette informazioni vengono comunicate al viaggiatore. Sezione III Modifiche al contratto di pacchetto turistico prima dell'inizio del pacchetto Art. 38 (Cessione del contratto di pacchetto turistico a un altro viaggiatore). - 1. Il viaggiatore, previo preavviso dato all'organizzatore su un supporto durevole entro e non oltre sette giorni prima dell'inizio del pacchetto, può cedere il contratto di pacchetto turistico a una persona che soddisfa tutte le condizioni per la fruizione del servizio. 2. Il cedente e il cessionario del contratto di pacchetto turistico sono solidalmente responsabili per il pagamento del saldo del prezzo e degli eventuali diritti, imposte e altri costi aggiuntivi, ivi comprese le eventuali spese amministrative e di gestione delle pratiche, risultanti da tale cessione. 3. L'organizzatore informa il cedente dei costi effettivi della cessione, che non possono essere irragionevoli e non eccedono le spese realmente sostenute dall'organizzatore in conseguenza della cessione del contratto di pacchetto turistico, e fornisce al cedente la prova relativa ai diritti, alle imposte o agli altri costi aggiuntivi risultanti dalla cessione del contratto. Art. 39 (Revisione del prezzo). - 1. Dopo la conclusione del contratto di pacchetto turistico, i prezzi possono essere aumentati soltanto se il contratto lo prevede espressamente e precisa che il viaggiatore ha diritto a una riduzione del prezzo, nonché' le modalità di calcolo della revisione del prezzo. In tal caso, il viaggiatore ha diritto ad una riduzione del prezzo corrispondente alla diminuzione dei costi di cui al comma 2, lettere a), b) e c), che si verifichi dopo la conclusione del contratto e prima dell'inizio del pacchetto. 2. Gli aumenti di prezzo sono possibili esclusivamente in conseguenza di modifiche riguardanti: a) il prezzo del trasporto di passeggeri in funzione del costo del carburante o di altre fonti di energia; b) il livello di tasse o diritti sui servizi turistici inclusi nel contratto imposti da terzi non direttamente coinvolti nell'esecuzione del pacchetto, comprese le tasse di atterraggio, di sbarco e d'imbarco nei porti e negli aeroporti; c) i tassi di cambio pertinenti al pacchetto. 3. Se l'aumento di prezzo di cui al presente articolo eccede l'8 per cento del prezzo complessivo del pacchetto, si applica l'articolo 40, commi 2, 3, 4 e 5. 4. Un aumento di prezzo, indipendentemente dalla sua entità, è possibile solo previa comunicazione chiara e precisa su supporto durevole da parte dell'organizzatore al viaggiatore, unitamente alla giustificazione di tale aumento e alle modalità di calcolo, almeno venti giorni prima dell'inizio del pacchetto. 5. In caso di diminuzione del prezzo, l'organizzatore ha diritto a detrarre le spese amministrative e di gestione delle pratiche effettive dal rimborso dovuto al viaggiatore, delle quali è tenuto a fornire la prova su richiesta del viaggiatore. Art. 40 (Modifica di altre condizioni del contratto di pacchetto turistico). - 1. Prima dell'inizio del pacchetto, l'organizzatore non può unilateralmente modificare le condizioni del contratto diverse dal prezzo ai sensi dell'articolo 39, salvo che si sia riservato tale diritto nel contratto e la modifica sia di scarsa importanza. L'organizzatore comunica la modifica al viaggiatore in modo chiaro e preciso su un supporto durevole. 2. Se, prima dell'inizio del pacchetto, l'organizzatore è costretto a modificare in modo significativo una o più caratteristiche principali dei servizi turistici di cui all'articolo 34, comma 1, lettera a), o non può soddisfare le richieste specifiche di cui all'articolo 36, comma 5, lettera a), oppure propone di aumentare il prezzo del pacchetto di oltre l'8 per cento ai sensi dell'articolo 39, comma 3, il viaggiatore, entro un periodo ragionevole specificato dall'organizzatore, può accettare la modifica proposta oppure recedere dal contratto senza corrispondere spese di recesso. In caso di recesso, l'organizzatore può offrire al viaggiatore un pacchetto sostitutivo di qualità equivalente o superiore. 3. L'organizzatore informa, senza ingiustificato ritardo, il viaggiatore in modo chiaro e preciso su un supporto durevole: a) delle modifiche proposte di cui al comma 2 e della loro incidenza sul prezzo del pacchetto ai sensi del comma 4; b) di un periodo ragionevole entro il quale il viaggiatore è tenuto a informare l'organizzatore della sua decisione ai sensi del comma 2; c) delle conseguenze della mancata risposta del viaggiatore entro il periodo di cui alla lettera b) e dell'eventuale pacchetto sostitutivo offerto e del relativo prezzo. 4. Se le modifiche del contratto di pacchetto turistico o del pacchetto sostitutivo di cui al comma 2 comportano un pacchetto di qualità o costo inferiore, il viaggiatore ha diritto a un'adeguata riduzione del prezzo. 5. In caso di recesso dal contratto di pacchetto turistico ai sensi del comma 2, se il viaggiatore non accetta un pacchetto sostitutivo, l'organizzatore rimborsa senza ingiustificato ritardo e in ogni caso entro quattordici giorni dal recesso dal contratto tutti i pagamenti effettuati da o per conto del viaggiatore e si applicano le disposizioni di cui all'articolo 43, commi 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8. Art. 41 (Diritto di recesso prima dell'inizio del pacchetto). - 1. Il viaggiatore può recedere dal contratto di pacchetto turistico in ogni momento prima dell'inizio del pacchetto, dietro rimborso all'organizzatore delle spese sostenute, adeguate e giustificabili, del cui ammontare quest'ultimo fornisce motivazione al viaggiatore che ne faccia richiesta. 2. Il contratto di pacchetto turistico può prevedere spese standard per il recesso ragionevoli, calcolate in base al momento di recesso dal contratto e ai risparmi di costo attesi e agli introiti previsti che derivano dalla riallocazione dei servizi turistici. 3. In assenza di specificazione delle spese standard di recesso, l'importo delle spese di recesso corrisponde al prezzo del pacchetto diminuito dei risparmi di costo e degli introiti che derivano dalla riallocazione dei servizi turistici. 4. In caso di circostanze inevitabili e straordinarie verificatesi nel luogo di destinazione o nelle sue immediate vicinanze e che hanno un'incidenza sostanziale sull'esecuzione del pacchetto o sul trasporto di passeggeri verso la destinazione, il viaggiatore ha diritto di recedere dal contratto, prima dell'inizio del pacchetto, senza corrispondere spese di recesso, ed al rimborso integrale dei pagamenti effettuati per il pacchetto, ma non ha diritto a un indennizzo supplementare. 5. L'organizzatore può recedere dal contratto di pacchetto turistico e offrire al viaggiatore il rimborso integrale dei pagamenti effettuati per il pacchetto, ma non è tenuto a versare un indennizzo supplementare se: a) il numero di persone iscritte al pacchetto è inferiore al minimo previsto dal contratto e l'organizzatore comunica il recesso dal contratto al viaggiatore entro il termine fissato nel contratto e in ogni caso non più tardi di venti giorni prima dell'inizio del pacchetto in caso di viaggi che durano più di sei giorni, di sette giorni prima dell'inizio del pacchetto in caso di viaggi che durano tra due e sei giorni, di quarantotto ore prima dell'inizio del pacchetto nel caso di viaggi che durano meno di due giorni; b) l'organizzatore non è in grado di eseguire il contratto a causa di circostanze inevitabili e straordinarie e comunica il recesso dal medesimo al viaggiatore senza ingiustificato ritardo prima dell'inizio del pacchetto. 6. L'organizzatore procede a tutti i rimborsi prescritti a norma dei commi 4 e 5 oppure, con riguardo a quanto previsto ai commi 1, 2 e 3, rimborsa qualunque pagamento effettuato da o per conto del viaggiatore per il pacchetto dopo aver detratto le adeguate spese, senza ingiustificato ritardo e in ogni caso entro quattordici giorni dal recesso. Nei casi di cui ai commi 4 e 5, si determina la risoluzione dei contratti funzionalmente collegati stipulati con terzi. 7. In caso di contratti negoziati fuori dei locali commerciali, il viaggiatore ha diritto di recedere dal contratto di pacchetto turistico entro un periodo di cinque giorni dalla data della conclusione del contratto o dalla data in cui riceve le condizioni contrattuali e le informazioni preliminari se successiva, senza penali e senza fornire alcuna motivazione. Nei casi di offerte con tariffe sensibilmente diminuite rispetto alle offerte correnti, il diritto di recesso è escluso. In tale ultimo caso, l'organizzatore documenta la variazione di prezzo evidenziando adeguatamente l'esclusione del diritto di recesso. Sezione IV Esecuzione del pacchetto Art. 42 (Responsabilità dell'organizzatore per l'inesatta esecuzione del pacchetto e per la sopravvenuta impossibilità in corso d'esecuzione del pacchetto). - 1. L'organizzatore e' responsabile dell'esecuzione dei servizi turistici previsti dal contratto di pacchetto turistico, indipendentemente dal fatto che tali servizi turistici devono essere prestati dall'organizzatore stesso, dai suoi ausiliari o preposti quando agiscono nell'esercizio delle loro funzioni, dai terzi della cui opera si avvale o da altri fornitori di servizi turistici, ai sensi dell'articolo 1228 del codice civile. 2. Il viaggiatore, ai sensi degli articoli 1175 e 1375 del codice civile, informa l'organizzatore, direttamente o tramite il venditore, tempestivamente, tenuto conto delle circostanze del caso, di eventuali difetti di conformità rilevati durante l'esecuzione di un servizio turistico previsto dal contratto di pacchetto turistico. 3. Se uno dei servizi turistici non e' eseguito secondo quanto pattuito nel contratto di pacchetto turistico, l'organizzatore pone rimedio al difetto di conformità, a meno che ciò risulti impossibile oppure risulti eccessivamente oneroso, tenendo conto dell'entità del difetto di conformità e del valore dei servizi turistici interessati dal difetto. Se l'organizzatore non pone rimedio al difetto, si applica l'articolo 43. 4. Fatte salve le eccezioni di cui al comma 3, se l'organizzatore non pone rimedio al difetto di conformità entro un periodo ragionevole fissato dal viaggiatore in relazione alla durata e alle caratteristiche del pacchetto, con la contestazione effettuata ai sensi del comma 2, il viaggiatore può ovviare personalmente al difetto e chiedere il rimborso delle spese necessarie, ragionevoli e documentate; se l'organizzatore rifiuta di porre rimedio al difetto di conformità o se è necessario ovviarvi immediatamente non occorre che il viaggiatore specifichi un termine. 5. Se un difetto di conformità, ai sensi dell'articolo 1455 del codice civile, costituisce un inadempimento di non scarsa importanza dei servizi turistici inclusi in un pacchetto e l'organizzatore non vi ha posto rimedio entro un periodo ragionevole stabilito dal viaggiatore in relazione alla durata e alle caratteristiche del pacchetto, con la contestazione effettuata ai sensi del comma 2, il viaggiatore può, senza spese, risolvere di diritto e con effetto immediato il contratto di pacchetto turistico o, se del caso, chiedere, ai sensi dell'articolo 43, una riduzione del prezzo, salvo comunque l'eventuale risarcimento dei danni. In caso di risoluzione del contratto, se il pacchetto comprendeva il trasporto dei passeggeri, l'organizzatore provvede anche al rientro del viaggiatore con un trasporto equivalente senza ingiustificato ritardo e senza costi aggiuntivi per il viaggiatore. 6. Laddove è impossibile assicurare il rientro del viaggiatore, l'organizzatore sostiene i costi dell'alloggio necessario, ove possibile di categoria equivalente a quanto era previsto dal contratto, per un periodo non superiore a tre notti per viaggiatore o per il periodo più lungo eventualmente previsto dalla normativa dell'Unione europea relativa ai diritti dei passeggeri, applicabile ai pertinenti mezzi di trasporto. 7. La limitazione dei costi di cui al comma 6 non si applica alle persone a mobilità ridotta, definite dall'articolo 2, paragrafo 1, lettera a), del regolamento (CE) n. 1107/2006, e ai loro accompagnatori, alle donne in stato di gravidanza, ai minori non accompagnati e alle persone bisognose di assistenza medica specifica, purché' l'organizzatore abbia ricevuto comunicazione delle loro particolari esigenze almeno quarantotto ore prima dell'inizio del pacchetto. L'organizzatore non può invocare circostanze inevitabili e straordinarie per limitare la responsabilità di cui al presente comma qualora il fornitore del servizio di trasporto non possa far valere le stesse circostanze ai sensi della normativa dell'Unione europea applicabile. 8. Se per circostanze sopravvenute non imputabili all'organizzatore è impossibile fornire, in corso d'esecuzione, una parte sostanziale, per valore o qualità, della combinazione dei servizi turistici pattuiti nel contratto di pacchetto turistico, l'organizzatore offre, senza supplemento di prezzo a carico del viaggiatore, soluzioni alternative adeguate di qualità, ove possibile equivalente o superiore, rispetto a quelle specificate nel contratto, affinché' l'esecuzione del pacchetto possa continuare, inclusa l'eventualità che il ritorno del viaggiatore al luogo di partenza non sia fornito come concordato. Se le soluzioni alternative proposte comportano un pacchetto di qualità inferiore rispetto a quella specificata nel contratto di pacchetto turistico, l'organizzatore concede al viaggiatore un'adeguata riduzione del prezzo. 9. Il viaggiatore può respingere le soluzioni alternative proposte solo se non sono comparabili a quanto convenuto nel contratto di pacchetto turistico o se la riduzione del prezzo concessa è inadeguata. 10. Se è impossibile predisporre soluzioni alternative o il viaggiatore respinge le soluzioni alternative proposte, conformi a quanto indicato dal comma 8, al viaggiatore è riconosciuta una riduzione del prezzo. In caso di inadempimento dell'obbligo di offerta di cui al comma 8 si applica il comma 5. 11. Laddove, a causa di circostanze sopravvenute non imputabili all'organizzatore, è impossibile assicurare il rientro del viaggiatore come pattuito nel contratto di pacchetto turistico, si applicano i commi 6 e 7. Art. 43 (Riduzione del prezzo e risarcimento dei danni). - 1. Il viaggiatore ha diritto a un'adeguata riduzione del prezzo per il periodo durante il quale vi sia stato difetto di conformità, a meno che l'organizzatore dimostri che tale difetto è imputabile al viaggiatore. 2. Il viaggiatore ha diritto di ricevere dall'organizzatore, senza ingiustificato ritardo, il risarcimento adeguato per qualunque danno che può aver subito in conseguenza di un difetto di conformità. 3. Al viaggiatore non è riconosciuto il risarcimento dei danni se l'organizzatore dimostra che il difetto di conformità è imputabile al viaggiatore o a un terzo estraneo alla fornitura dei servizi turistici inclusi nel contratto di pacchetto turistico ed è imprevedibile o inevitabile oppure è dovuto a circostanze inevitabili e straordinarie. 4. All'organizzatore si applicano le limitazioni previste dalle convenzioni internazionali in vigore che vincolano l'Italia o l'Unione europea, relative alla misura del risarcimento o alle condizioni a cui è dovuto da parte di un fornitore che presta un servizio turistico incluso in un pacchetto. 5. Il contratto di pacchetto turistico può prevedere la limitazione del risarcimento dovuto dall'organizzatore, salvo che per i danni alla persona o quelli causati intenzionalmente o per colpa, purché' tale limitazione non sia inferiore al triplo del prezzo totale del pacchetto. 6. Qualunque diritto al risarcimento o alla riduzione del prezzo ai sensi del presente Capo non pregiudica i diritti dei viaggiatori previsti dal regolamento (CE) n. 261/2004, dal regolamento (CE) n. 1371/2007, dal regolamento (CE) n. 392/2009, dal regolamento (UE) n. 1177/2010 e dal regolamento (UE) n. 181/2011 del Parlamento europeo e del Consiglio, nonché' dalle convenzioni internazionali, fermo restando che il risarcimento o la riduzione del prezzo concessi ai sensi del presente Capo e il risarcimento o la riduzione del prezzo concessi ai sensi di detti regolamenti e convenzioni internazionali sono detratti gli uni dagli altri. 7. Il diritto alla riduzione del prezzo o al risarcimento dei danni previsti dal presente articolo si prescrive in due anni, a decorrere dalla data del rientro del viaggiatore nel luogo di partenza, fatto salvo quanto previsto al comma 8. 8. Il diritto al risarcimento dei danni alla persona si prescrive in tre anni a decorrere dalla data del rientro del viaggiatore nel luogo di partenza o nel più lungo periodo previsto per il risarcimento del danno alla persona dalle disposizioni che regolano i servizi compresi nel pacchetto. Art. 44 (Possibilità di contattare l'organizzatore tramite il venditore). - 1. Il viaggiatore può indirizzare messaggi, richieste o reclami relativi all'esecuzione del pacchetto direttamente al venditore tramite il quale l'ha acquistato, il quale, a propria volta, inoltra tempestivamente tali messaggi, richieste o reclami all'organizzatore. 2. Ai fini del rispetto dei termini o dei periodi di prescrizione, la data in cui il venditore riceve messaggi, richieste o reclami di cui al comma 1 è considerata la data di ricezione anche per l'organizzatore. Art. 45 (Obbligo di prestare assistenza). - 1. L'organizzatore presta adeguata assistenza senza ritardo al viaggiatore che si trova in difficoltà anche nelle circostanze di cui all'articolo 42, comma 7, in particolare fornendo le opportune informazioni riguardo ai servizi sanitari, alle autorità locali e all'assistenza consolare e assistendo il viaggiatore nell'effettuare comunicazioni a distanza e aiutandolo a trovare servizi turistici alternativi. 2. L'organizzatore può pretendere il pagamento di un costo ragionevole per tale assistenza qualora il problema sia causato intenzionalmente dal viaggiatore o per sua colpa, nei limiti delle spese effettivamente sostenute. Art. 46 (Risarcimento del danno da vacanza rovinata). - 1. Nel caso in cui l'inadempimento delle prestazioni che formano oggetto del pacchetto non è di scarsa importanza ai sensi dell'articolo 1455 del codice civile, il viaggiatore può chiedere all'organizzatore o al venditore, secondo la responsabilità derivante dalla violazione dei rispettivi obblighi assunti con i rispettivi contratti, oltre ed indipendentemente dalla risoluzione del contratto, un risarcimento del danno correlato al tempo di vacanza inutilmente trascorso ed all'irripetibilità dell'occasione perduta. 2. Il diritto al risarcimento si prescrive in tre anni, ovvero nel più lungo periodo per il risarcimento del danno alla persona previsto dalle disposizioni che regolano i servizi compresi nel pacchetto, a decorrere dalla data del rientro del viaggiatore nel luogo di partenza. Sezione V Protezione in caso d'insolvenza o fallimento Art. 47 (Efficacia e portata della protezione in caso d'insolvenza o fallimento). - 1. L'organizzatore e il venditore stabiliti sul territorio nazionale sono coperti da contratto di assicurazione per la responsabilità civile a favore del viaggiatore per il risarcimento dei danni derivanti dalla violazione dei rispettivi obblighi assunti con i rispettivi contratti. 2. I contratti di organizzazione di pacchetto turistico sono assistiti da polizze assicurative o garanzie bancarie che, per i viaggi all'estero e i viaggi che si svolgono all'interno di un singolo Paese, ivi compresi i viaggi in Italia, nei casi di insolvenza o fallimento dell'organizzatore o del venditore garantiscono, senza ritardo su richiesta del viaggiatore, il rimborso del prezzo versato per l'acquisto del pacchetto e il rientro immediato del viaggiatore nel caso in cui il pacchetto include il trasporto del viaggiatore, nonché', se necessario, il pagamento del vitto e dell'alloggio prima del rientro. 3. Gli organizzatori e gli intermediari possono costituirsi in consorzi o altre forme associative idonee a provvedere collettivamente, anche mediante la costituzione di un apposito fondo, per la copertura dei rischi di cui al comma 2. Le finalità del presente comma possono essere perseguite anche mediante il coinvolgimento diretto nei consorzi e nelle altre forme associative di imprese e associazioni di categoria del settore assicurativo, anche prevedendo forme di riassicurazione. 4. La garanzia di cui al comma 2 è effettiva, adeguata al volume di affari e copre i costi ragionevolmente prevedibili, gli importi dei pagamenti effettuati da o per conto dei viaggiatori in relazione a pacchetti, tenendo conto della durata del periodo compreso tra gli acconti e il saldo finale e del completamento dei pacchetti, nonché' del costo stimato per i rimpatri in caso di insolvenza o fallimento dell'organizzatore o del venditore. 5. I viaggiatori beneficiano della protezione in caso d'insolvenza o fallimento dell'organizzatore o del venditore indipendentemente dal loro luogo di residenza, dal luogo di partenza o dal luogo di vendita del pacchetto e indipendentemente dallo Stato membro in cui è stabilito il soggetto incaricato di fornire protezione in caso di insolvenza o fallimento. 6. Nei casi previsti dal comma 2, in alternativa al rimborso del prezzo o al rientro immediato, può essere offerta al viaggiatore la continuazione del pacchetto con le modalità di cui agli articoli 40 e 42. 7. L'obbligo di cui al comma 1, non sussiste per l'organizzatore e il venditore di uno Stato membro dell'Unione europea che si stabilisce sul territorio nazionale se sussistono le condizioni di cui all'articolo 33 del decreto legislativo 26 marzo 2010, n. 59. 8. Gli organizzatori e i venditori non stabiliti in uno Stato membro che vendono o offrono in vendita pacchetti in Italia o in un altro Stato membro o che, con qualsiasi mezzo, dirigono tali attività verso l'Italia o un altro Stato membro sono obbligati a fornire una garanzia equivalente a quella prevista dal comma 2. 9. In ogni caso, il Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale può chiedere agli interessati il rimborso, totale o parziale, delle spese sostenute per il soccorso e il rimpatrio delle persone che, all'estero, si siano esposte deliberatamente, salvi giustificati motivi correlati all'esercizio di attività professionali, a rischi che avrebbero potuto conoscere con l'uso della normale diligenza. 10. È fatta salva la facoltà di stipulare anche altre polizze assicurative di assistenza al viaggiatore. Art. 48 (Riconoscimento reciproco della protezione in caso d'insolvenza e cooperazione amministrativa). - 1. È riconosciuta conforme alla disciplina di cui all'articolo 47 qualunque protezione in caso d'insolvenza o fallimento che un organizzatore e un venditore forniscono conformemente alle corrispondenti misure previste dallo Stato membro in cui è stabilito. 2. Quale punto di contatto centrale per agevolare la cooperazione amministrativa e il controllo degli organizzatori e dei venditori operanti in Stati membri diversi è designato il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo - Direzione generale Turismo, il cui recapito è comunicato a tutti gli altri Stati membri e alla Commissione. 3. Il punto di contatto centrale mette a disposizione dei propri omologhi tutte le informazioni necessarie riguardo ai rispettivi obblighi nazionali in materia di protezione in caso d'insolvenza o fallimento e ai soggetti incaricati di fornire tale protezione per gli specifici organizzatori o venditori stabiliti sul proprio territorio, autorizzando a condizioni di reciprocità l'accesso a qualunque registro disponibile, reso accessibile al pubblico anche online, in cui sono elencati gli organizzatori e i venditori che si conformano all'obbligo di protezione in caso d'insolvenza o fallimento. 4. Se uno Stato membro dubita delle misure di protezione in caso di insolvenza di un organizzatore, chiede chiarimenti al punto di contatto di cui al comma 2. Il punto di contatto risponde alle richieste degli altri Stati membri il più rapidamente possibile, tenendo in considerazione l'urgenza e la complessità della questione, ed in ogni caso fornendo una prima risposta entro quindici giorni lavorativi dal ricevimento della richiesta. Sezione VI Servizi turistici collegati Art. 49 (Obblighi di protezione in caso d'insolvenza o fallimento e d'informazione in relazione ai servizi turistici collegati). - 1. Ai professionisti che agevolano servizi turistici collegati si applicano, per il rimborso di tutti i pagamenti che ricevono dai viaggiatori, le disposizioni degli articoli 47 e 48 nella misura in cui un servizio turistico che fa parte di un servizio turistico collegato non sia effettuato a causa dello stato di insolvenza o fallimento dei professionisti. 2. Prima che il viaggiatore sia vincolato da un contratto che porti alla creazione di un servizio turistico collegato o di una corrispondente offerta, il professionista che agevola servizi turistici collegati, anche nei casi in cui egli non è stabilito in uno Stato membro ma, con qualsiasi mezzo, dirige tali attività verso uno Stato membro, dichiara in modo chiaro, e preciso che il viaggiatore: a) non potrà invocare nessuno dei diritti che si applicano esclusivamente ai pacchetti ai sensi del presente Capo e che ciascun fornitore di servizi sarà il solo responsabile dell'esatta esecuzione contrattuale del suo servizio; b) potrà invocare la protezione in caso d'insolvenza o fallimento ai sensi del comma 1. 3. Il professionista fornisce al viaggiatore tali informazioni mediante il modulo informativo standard pertinente di cui all'allegato B al presente codice oppure, qualora lo specifico tipo di servizi turistici collegati non sia contemplato da nessuno dei moduli previsti in tale allegato, fornendo le informazioni ivi contenute. 4. Qualora il professionista che agevola servizi turistici collegati non abbia rispettato gli obblighi di cui ai commi 1 e 2, si applicano i diritti e gli obblighi previsti dagli articoli 38 e 41 e dalla sezione IV in relazione ai servizi turistici inclusi nel servizio turistico collegato. 5. Se un servizio turistico collegato è il risultato della stipula di un contratto tra un viaggiatore e un professionista che non agevola il servizio turistico collegato, tale professionista informa il professionista che agevola il servizio turistico collegato della stipula del pertinente contratto. Sezione VII Responsabilità del venditore Art. 50 (Responsabilità del venditore). - 1. Il venditore è responsabile dell'esecuzione del mandato conferitogli dal viaggiatore con il contratto di intermediazione di viaggio, indipendentemente dal fatto che la prestazione sia resa dal venditore stesso, dai suoi ausiliari o preposti quando agiscono nell'esercizio delle loro funzioni o dai terzi della cui opera si avvalga, dovendo l'adempimento delle obbligazioni assunte essere valutato con riguardo alla diligenza richiesta per l'esercizio della corrispondente attività professionale. Art. 51 (Responsabilità in caso di errore di prenotazione). - 1. Il professionista è responsabile degli errori dovuti a difetti tecnici nel sistema di prenotazione che gli siano imputabili e, qualora abbia accettato di organizzare la prenotazione di un pacchetto o di servizi turistici che rientrano in servizi turistici collegati, degli errori commessi durante il processo di prenotazione. 2. Il professionista non è responsabile degli errori di prenotazione imputabili al viaggiatore o dovuti a circostanze inevitabili e straordinarie. Art. 51-bis (Obbligo del venditore di indicare la propria qualità). - 1. Il venditore è considerato come organizzatore se, in relazione ad un contratto di pacchetto turistico, omette di fornire al viaggiatore, a norma dell'articolo 34, il pertinente modulo informativo standard di cui all'allegato A, parte II o parte III al presente codice, e le informazioni relative alla denominazione commerciale, l'indirizzo geografico, il recapito telefonico e l'indirizzo di posta elettronica dell'organizzatore, ovvero omette di informare il viaggiatore che egli agisce in qualità di venditore. Art. 51-ter (Obblighi specifici del venditore quando l'organizzatore è stabilito fuori dallo Spazio economico europeo). - 1. Se l'organizzatore è stabilito al di fuori dello Spazio economico europeo, il venditore stabilito in uno Stato membro è soggetto agli obblighi previsti per gli organizzatori alle Sezioni IV e V, salvo che fornisca la prova che l'organizzatore si conforma alle norme contenute in tali Sezioni. Art. 51-quater (Prescrizione del diritto al risarcimento del danno). - 1. Fatto salvo quanto stabilito dall'articolo 46 e gli effetti degli articoli 51-bis e 51-ter, il diritto del viaggiatore al risarcimento dei danni previsti dalla presente Sezione si prescrive in due anni a decorrere dalla data del rientro del viaggiatore nel luogo di partenza. Sezione VIII Disposizioni generali Art. 51-quinquies (Diritto ad azioni di regresso e diritto di surrogazione). - 1. L'organizzatore o il venditore che ha concesso un indennizzo o una riduzione di prezzo, ovvero corrisposto un risarcimento del danno o è stato costretto ad ottemperare ad altri obblighi secondo le disposizioni del presente Capo, ha il diritto di regresso nei confronti dei soggetti che abbiano contribuito al verificarsi delle circostanze o dell'evento da cui sono derivati l'indennizzo, la riduzione del prezzo, il risarcimento del danno o gli altri obblighi in questione, nonché' dei soggetti tenuti a fornire servizi di assistenza ed alloggio in forza di altre disposizioni, nel caso in cui il viaggiatore non possa rientrare nel luogo di partenza. 2. L'organizzatore o il venditore che hanno risarcito il viaggiatore sono surrogati, nei limiti del risarcimento corrisposto, in tutti i diritti e le azioni di quest'ultimo verso i terzi responsabili; il viaggiatore fornisce all'organizzatore o al venditore tutti i documenti, le informazioni e gli elementi in suo possesso utili per l'esercizio del diritto di surroga. Art. 51-sexies (Inderogabilità della disciplina relativa ai diritti del viaggiatore). - 1. La dichiarazione che un organizzatore di un pacchetto o un professionista che agevola un servizio turistico collegato agisce esclusivamente in qualità di fornitore di un servizio turistico, d'intermediario o a qualunque altro titolo, o che un pacchetto o un servizio turistico collegato non costituisce un pacchetto o un servizio turistico collegato, non esonera gli organizzatori o i professionisti dagli obblighi imposti loro dal presente Capo. 2. I viaggiatori non possono rinunciare ai diritti conferiti loro dalle disposizioni di cui al presente Capo. 3. Fatto salvo quanto diversamente stabilito da specifiche disposizioni di legge, eventuali clausole contrattuali o dichiarazioni del viaggiatore che escludano o limitino, direttamente o indirettamente, i diritti derivanti dal presente Capo o il cui scopo sia eludere l'applicazione delle disposizioni di cui al presente Capo, non vincolano il viaggiatore. Sezione IX Tutela amministrativa e giurisdizionale Art. 51-septies (Sanzioni amministrative). - 1. Salvo che il fatto non costituisca reato o configuri una fattispecie di illecito amministrativo sanzionato con legge delle regioni e delle province autonome di Trento e di Bolzano, ovvero una pratica commerciale scorretta sanzionata dal decreto legislativo 6 settembre 2005, n. 206, il professionista, l'organizzatore o il venditore che contravviene: a) alle disposizioni di cui agli articoli 34, 35, comma 2, 36, 38, comma 3, 39, comma 4, 40, comma 4, 41, comma 7, terzo periodo, e 49, commi 2 e 3, del presente Capo, è punito, per ogni singola violazione, con la sanzione amministrativa pecuniaria da 1.000 euro a 5.000 euro; b) alle disposizioni di cui agli articoli 37, comma 2, 42, commi 7 e 8, e 45, comma 1, del presente Capo, e' punito, per ogni singola violazione, con la sanzione amministrativa pecuniaria da 2.000 a euro 10.000 euro; c) alle disposizioni di cui all'articolo 47, commi da 1 a 5 e commi 7 e 8, del presente Capo, e' punito, per ogni singola violazione, con la sanzione amministrativa pecuniaria da 4.000 euro a 20.000 euro. 2. Fatto salvo quanto previsto al comma 1, il professionista, l'organizzatore o il venditore che omette di fornire l'informazione al viaggiatore, ovvero ostacola l'esercizio del diritto di recesso o di risoluzione ovvero fornisce informazione incompleta o errata o comunque non conforme sul diritto di recesso previsto dagli articoli 40, 41 e sul diritto di risoluzione previsto dall'articolo 42 del presente Capo, ovvero non rimborsa al consumatore le somme da questi eventualmente corrisposte, è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da 1.000 euro a 5.000 euro. 3. In caso di reiterazione, le sanzioni amministrative pecuniarie previste dai commi 1 e 2 sono aumentate di un terzo, laddove la reiterazione si verifica qualora sia stata commessa la stessa violazione per due volte in un anno, anche se si è proceduto al pagamento della sanzione mediante oblazione. 4. In caso di ulteriore reiterazione, le sanzioni amministrative pecuniarie previste dai commi 1 e 2 sono raddoppiate. 5. In caso di violazione degli obblighi di assicurazione previsti dagli articoli 47 e 48, al professionista, all'organizzatore o al venditore si applica la sanzione amministrativa accessoria della sospensione dall'esercizio dell'attività da quindici giorni a tre mesi e, in caso di reiterazione, l'autorità competente dispone la cessazione dell'attività. 6. Per le sanzioni amministrative pecuniarie conseguenti alle violazioni del presente decreto si osservano, in quanto applicabili, le disposizioni contenute nel Capo I, Sezione I, e negli articoli 26, 27, 28 e 29 della legge 24 novembre 1981, n. 689, e successive modificazioni. 7. Fatto salvo quanto previsto dall'articolo 51-novies, il pagamento delle sanzioni amministrative pecuniarie di cui al presente articolo è effettuato entro trenta giorni dalla notifica del provvedimento. 8. All'articolo 148 della legge 23 dicembre 2000, n. 388, sono apportate le seguenti modificazioni: a) al comma 1, sono aggiunte infine le seguenti parole: ", salvo quanto previsto al secondo periodo del comma 2"; b) al comma 2, sono aggiunte infine il seguente periodo: "Le entrate derivanti dalle sanzioni amministrative di cui all'articolo 51-septies, Sezione IX, Capo I, Titolo VI dell'Allegato 1 al decreto legislativo 23 maggio 2011, n. 79, sono destinate a iniziative a vantaggio dei viaggiatori. Tali entrate affluiscono ad apposito capitolo/articolo di entrata del bilancio dello Stato di nuova istituzione e possono essere riassegnate con decreto del Ministro dell'economia e delle finanze a un apposito fondo iscritto nello stato di previsione del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo per essere destinate alle iniziative di cui al primo periodo, individuate di volta in volta con decreto del Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, sentite le commissioni parlamentari.". Art. 51-octies (Applicazione delle sanzioni amministrative). - 1. Fermo restando quanto previsto agli articoli 51-septies, comma 1, e 51-novies, l'Autorità garante della concorrenza e del mercato, d'ufficio o su istanza di ogni soggetto o organizzazione che ne abbia interesse, accerta le violazioni delle disposizioni di cui all'articolo 51-septies, ne inibisce la continuazione e ne elimina gli effetti, avvalendosi a tal fine degli strumenti, anche sanzionatori, previsti dal decreto legislativo 6 settembre 2005, n. 206. Art. 51-novies (Sanzioni amministrative previste con legge delle regioni e delle province autonome di Trento e di Bolzano). - 1. Le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano prevedono sanzioni amministrative effettive, proporzionate e dissuasive per le violazioni delle disposizioni di cui al presente Capo che rientrano nell'ambito delle competenze loro riservate ai sensi degli articoli 117 e 118 della Costituzione.».

N O T E Avvertenza Il testo delle note qui pubblicato è stato redatto dall'amministrazione competente per materia ai sensi dell'art. 10, commi 2 e 3, del testo unico delle disposizioni sulla promulgazione delle leggi, sull'emanazione dei decreti del Presidente della Repubblica e sulle pubblicazioni ufficiali della Repubblica italiana, approvato con decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 1985, n. 1092, al solo fine di facilitare la lettura delle disposizioni di legge modificate o alle quali è operato il rinvio. Restano invariati il valore e l'efficacia degli atti legislativi qui trascritti. Per gli atti dell'Unione europea vengono forniti gli estremi di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea (GUUE). Note alle premesse: - L'art. 76 della Costituzione stabilisce che l'esercizio della funzione legislativa non può essere delegato al Governo se non con determinazione di principi e criteri direttivi e soltanto per tempo limitato e per oggetti definiti. - L'art. 87 della Costituzione conferisce, tra l'altro, al Presidente della Repubblica il potere di promulgare le leggi e di emanare i decreti aventi valore di legge ed i regolamenti. - La legge 24 dicembre 2012, n. 234 (Norme generali sulla partecipazione dell'Italia alla formazione e all'attuazione della normativa e delle politiche dell'Unione europea), è pubblicata nella Gazzetta Ufficiale 4 gennaio 2013, n. 3. - La legge 25 ottobre 2017, n. 163 (Delega al Governo per il recepimento delle direttive europee e l'attuazione di altri atti dell'Unione europea - legge di delegazione europea 2016 - 2017), è pubblicata nella Gazzetta Ufficiale 6 novembre 2017, n. 259. - La direttiva (UE) 2015/2302 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 25 novembre 2015, relativa ai pacchetti turistici e ai servizi turistici collegati, che modifica il regolamento (CE) n. 2006/2004 e la direttiva 2011/83/UE del Parlamento europeo e del Consiglio e che abroga la direttiva 90/314/CEE del Consiglio è pubblicata nella G.U.U.E. 11 dicembre 2015, n. L 326. - Il regolamento (CE) n. 261/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio, dell'11 febbraio 2004, che istituisce regole comuni in materia di compensazione ed assistenza ai passeggeri in caso di negato imbarco, di cancellazione del volo o di ritardo prolungato e che abroga il regolamento (CEE) n. 295/91 è pubblicato nella G.U.U.E. 17 febbraio 2004, n. L 46. - Il regolamento (CE) n. 1107/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 5 luglio 2006, relativo ai diritti delle persone con disabilità e delle persone a mobilità ridotta nel trasporto aereo è pubblicato nella G.U.U.E. 26 luglio 2006, n. L 204. - Il regolamento (CE) n. 1371/2007 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 23 ottobre 2007, relativo ai diritti e agli obblighi dei passeggeri nel trasporto ferroviario e' pubblicato nella G.U.U.E. 3 dicembre 2007, n. L 315. - Il regolamento (CE) n. 392/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 23 aprile 2009, relativo alla responsabilità dei vettori che trasportano passeggeri via mare in caso di incidente (Testo rilevante ai fini del SEE) è pubblicato nella G.U.U.E. 28 maggio 2009, n. L 131. - Il regolamento (UE) n. 1177/2010 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 24 novembre 2010, relativo ai diritti dei passeggeri che viaggiano via mare e per vie navigabili interne e che modifica il regolamento (CE) n. 2006/2004 (Testo rilevante ai fini del SEE) è pubblicato nella G.U.U.E. 17 dicembre 2010, n. L 334. - Il regolamento (UE) n. 181/2011 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 febbraio 2011, relativo ai diritti dei passeggeri nel trasporto effettuato con autobus e che modifica il regolamento (CE) n. 2006/2004 (Testo rilevante ai fini del SEE) è pubblicato nella G.U.U.E. 28 febbraio 2011, n. L 55. - Il regolamento (UE) n. 524/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 21 maggio 2013, relativo alla risoluzione delle controversie online dei consumatori e che modifica il regolamento (CE) n. 2006/2004 e la direttiva 2009/22/CE (regolamento sull'ODR per i consumatori) è pubblicato nella G.U.U.E. 18 giugno 2013, n. L 165. - Il testo dell'art. 14 della legge 23 agosto 1988, n. 400 (Disciplina dell'attività di Governo e ordinamento della Presidenza del Consiglio dei ministri) pubblicata nella Gazzetta Ufficiale 12 settembre 1988, n. 214, S.O. , così recita: «Art. 14 (Decreti legislativi). - 1. I decreti legislativi adottati dal Governo ai sensi dell'art. 76 della Costituzione sono emanati dal Presidente della Repubblica con la denominazione di «decreto legislativo» e con l'indicazione, nel preambolo, della legge di delegazione, della deliberazione del Consiglio dei ministri e degli altri adempimenti del procedimento prescritti dalla legge di delegazione. 2. L'emanazione del decreto legislativo deve avvenire entro il termine fissato dalla legge di delegazione; il testo del decreto legislativo adottato dal Governo è trasmesso al Presidente della Repubblica, per la emanazione, almeno venti giorni prima della scadenza. 3. Se la delega legislativa si riferisce ad una pluralità di oggetti distinti suscettibili di separata disciplina, il Governo può esercitarla mediante più atti successivi per uno o più degli oggetti predetti. In relazione al termine finale stabilito dalla legge di delegazione, il Governo informa periodicamente le Camere sui criteri che segue nell'organizzazione dell'esercizio della delega. 4. In ogni caso, qualora il termine previsto per l'esercizio della delega ecceda i due anni, il Governo è tenuto a richiedere il parere delle Camere sugli schemi dei decreti delegati. Il parere è espresso dalle Commissioni permanenti delle due Camere competenti per materia entro sessanta giorni, indicando specificamente le eventuali disposizioni non ritenute corrispondenti alle direttive della legge di delegazione. Il Governo, nei trenta giorni successivi, esaminato il parere, ritrasmette, con le sue osservazioni e con eventuali modificazioni, i testi alle Commissioni per il parere definitivo che deve essere espresso entro trenta giorni.». - La legge 10 ottobre 1990, n. 287 (Norme per la tutela della concorrenza e del mercato) è pubblicata nella Gazzetta Ufficiale 13 ottobre 1990, n. 240. - La legge 7 agosto 1990, n. 241 (Norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi) è pubblicata nella Gazzetta Ufficiale 18 agosto 1990, n. 192. - Il decreto legislativo 6 settembre 2005, n. 206 (Codice del consumo, a norma dell'art. 7 della legge 29 luglio 2003, n. 229) è pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 8 ottobre 2005, n. 235, S.O. - Il decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209 (Codice delle assicurazioni private) è pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 13 ottobre 2005, n. 239, S.O. - Il decreto legislativo 26 marzo 2010, n. 59 (Attuazione della direttiva 2006/123/CE relativa ai servizi nel mercato interno) è pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 23 aprile 2010, n. 94, S.O. - L'Allegato 1 al decreto legislativo 23 maggio 2011, n. 79 (Codice della normativa statale in tema di ordinamento e mercato del turismo, a norma dell'art. 14 della legge 28 novembre 2005, n. 246, nonché' attuazione della direttiva 2008/122/CE, relativa ai contratti di multiproprietà, contratti relativi ai prodotti per le vacanze di lungo termine, contratti di rivendita e di scambio) pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 6 giugno 2011, n. 129, S.O. è così rubricato: «CODICE DELLA NORMATIVA STATALE IN TEMA DI ORDINAMENTO E MERCATO DEL TURISMO». - Il decreto legislativo 16 gennaio 2013, n. 2 (Modifiche ed integrazioni ai decreti legislativi 18 aprile 2011, n. 59, e 21 novembre 2005, n. 286, nonché' attuazione della direttiva 2011/94/UE recante modifiche della direttiva 2006/126/CE, concernente la patente di guida) è pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 18 gennaio 2013, n. 15. - Il decreto legislativo 20 ottobre 1998, n. 368 (Istituzione del Ministero per i beni e le attività culturali, a norma dell'art. 11 della legge 15 marzo 1997, n. 59) è pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 26 ottobre 1998, n. 250. - La legge 24 giugno 2013, n. 71 (Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 26 aprile 2013, n. 43, recante disposizioni urgenti per il rilancio dell'area industriale di Piombino, di contrasto ad emergenze ambientali, in favore delle zone terremotate del maggio 2012 e per accelerare la ricostruzione in Abruzzo e la realizzazione degli interventi per Expo 2015. Trasferimento di funzioni in materia di turismo e disposizioni sulla composizione del CIPE e, in particolare, l'art. 1, comma 2, con il quale sono trasferite al Ministero per i beni e le attività culturali le funzioni esercitate dalla Presidenza del Consiglio dei ministri in materia di turismo) è pubblicata nella Gazzetta Ufficiale 25 giugno 2013, n. 147. - Il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 29 agosto 2014, n. 171 (Regolamento di organizzazione del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, degli uffici della diretta collaborazione del Ministro e dell'Organismo indipendente di valutazione della performance, a norma dell'art. 16, comma 4, del decreto-legge 24 aprile 2014, n. 66, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 giugno 2014, n. 89) è pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 25 novembre 2014, n. 274. - La legge 10 ottobre 1990, n. 287 (Norme per la tutela della concorrenza e del mercato) è pubblicata nella Gazzetta Ufficiale 13 ottobre 1990, n. 240. - Il decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281 (Definizione ed ampliamento delle attribuzioni della Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e Bolzano ed unificazione, per le materie ed i compiti di interesse comune delle regioni, delle province e dei comuni, con la Conferenza Stato-città ed autonomie locali) è pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 30 agosto 1997, n. 202.

Privacy

Informativa sul trattamento dei dati personali ex artt. 13-14 Reg.to UE 2016/679

Soggetti Interessati: navigatori Sito Internet.

...........srl nella qualità di Titolare del trattamento dei Suoi dati personali, ai sensi e per gli effetti del Reg.to UE 2016/679 di seguito 'GDPR',

con la presente La informa che la citata normativa prevede la tutela degli interessati rispetto al trattamento dei dati personali e che tale trattamento sarà

improntato ai principi di correttezza, liceità, trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti.

I Suoi dati personali verranno trattati in accordo alle disposizioni legislative della normativa sopra richiamata e degli obblighi di riservatezza ivi previsti.

Finalità e base giuridica del trattamento: in particolare i Suoi dati saranno utilizzati per le seguenti finalità relative all'esecuzione di misure connesse ad

obblighi contrattuali o pre-contrattuali:

  • accesso tecnico e Funzionale al Sito nessun dato viene tenuto dopo la chiusura del Browser;
  • finalità di navigazione Evoluta o gestione dei contenuti personalizzata;
  • finalità Statistica e di Analisi della navigazione e degli utenti.

Ai fini dell'indicato trattamento, il Titolare potrà venire a conoscenza di categorie particolari di dati personali ed in dettaglio: Log File di Navigazione

Internet. I trattamenti di dati personali per queste categorie particolari sono effettuati in osservanza dell'art 9 del GDPR.

Modalità del trattamento. I suoi dati personali potranno essere trattati nei seguenti modi:

  • a mezzo calcolatori elettronici con utilizzo di sistemi software gestiti da Terzi;
  • trattamento a mezzo di calcolatori elettronici;
  • trattamento temporaneo in Forma Anonima.

Ogni trattamento avviene nel rispetto delle modalità di cui agli artt. 6, 32 del GDPR e mediante l'adozione delle adeguate misure di sicurezza previste.

I suoi dati saranno trattati unicamente da personale espressamente autorizzato dal Titolare ed, in particolare, dalle seguenti categorie di addetti:

  • ufficio Amministrazione.

Comunicazione: I suoi dati potranno essere comunicati a soggetti esterni per una corretta gestione del rapporto ed in particolare alle seguenti categorie di

Destinatari tra cui tutti i Responsabili del Trattamento debitamente nominati:

  • Aruba spa;
  • Google AdWords: Servizio pubblicitario, Target pubblicitario, Analitica/Misurazione, Personalizzazione dei contenuti, Ottimizzazione;
  • Google Analytics: Target pubblicitario, Analitica/Misurazione, Ottimizzazione;
  • Google: Servizio pubblicitario, Target pubblicitario, Analitica/Misurazione, Personalizzazione dei contenuti, Ottimizzazione;
  • Instagram;
  • Mailchimp;
  • webnode.

Diffusione: I suoi dati personali non verranno diffusi in alcun modo.

I suoi dati personali potranno inoltre essere trasferiti, limitatamente alle finalità sopra riportate, nei seguenti stati:

  • paesi UE;
  • Stati Uniti;
  • Svizzera.

Periodo di Conservazione. Le segnaliamo che, nel rispetto dei principi di liceità, limitazione delle finalità e minimizzazione dei dati, ai sensi dell'art. 5 del

GDPR, il periodo di conservazione dei Suoi dati personali è:

  • stabilito per un arco di tempo non superiore all'espletamento dei servizi erogati.

Gestione dei cookie: nel caso in cui Lei abbia dubbi o preoccupazioni in merito all'utilizzo dei cookie Le è sempre possibile intervenire per impedirne l'impostazione e la lettura, ad esempio modificando le impostazioni sulla privacy all'interno del Suo browser al fine di bloccarne determinati tipi.

Poiché ciascun browser - e spesso diverse versioni dello stesso browser - differiscono anche sensibilmente le une dalle altre se preferisce agire autonomamente mediante le preferenze del Suo browser può trovare informazioni dettagliate sulla procedura necessaria nella guida del Suo browser. Per una panoramica delle modalità di azione per i browser più comuni, può visitare l'indirizzo www.cookiepedia.co.uk

Le società pubblicitarie consentono inoltre di rinunciare alla ricezione di annunci mirati, se lo si desidera. Ciò non impedisce l'impostazione dei cookie, ma interrompe l'utilizzo e la raccolta di alcuni dati da parte di tali società.

Per maggiori informazioni e possibilità di rinuncia, visitare l'indirizzo www.youronlinechoices.eu/.

Titolare: il Titolare del trattamento dei dati, ai sensi della Legge, è ......................., citta.        .      ; e-mail:

....................; telefono:              ; P.Iva: ) nella persona del suo legale rappresentante pro tempore.

Lei ha diritto di ottenere dal titolare la cancellazione (diritto all'oblio), la limitazione, l'aggiornamento, la rettificazione, la portabilità, l'opposizione al trattamento dei dati personali che La riguardano, nonché in generale può esercitare tutti i diritti previsti dagli artt. 15, 16, 17, 18, 19, 20, 21, 22 del GDPR.

Potrà inoltre visionare in ogni momento la versione aggiornata della presente informativa collegandosi all'indirizzo internet

https://www.privacylab.it/informativa.php?17104395177.

Reg.to UE 2016/679: Artt. 15, 16, 17, 18, 19, 20, 21, 22 - Diritti dell'Interessato

1. L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, la loro

comunicazione in forma intelligibile e la possibilità di effettuare reclamo presso l'Autorità di controllo.

2. L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione:

- dell'origine dei dati personali;

  • delle finalità e modalità del trattamento;
  • della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;
  • degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2;
  • dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

3. L'interessato ha diritto di ottenere:

  • l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;
  • la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la
  • conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
  • l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai
  • quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi
  • manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato;
  • la portabilità dei dati.

4. L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:

  • per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;
  • al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.